Il divulgatore scientifico torna in Sicilia.

  • Alberto Angela sarà a Ragusa Ibla per parlare dell’incendio che distrusse Roma nel 64 d.C.
  • Sarà l’unica tappa in Sicilia: una lectio magistralis con contenuti multimediali.
  • Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Alberto Angela torna in Sicilia. Nella giornata di sabato 10 luglio, alle ore 21, terrà una speciale lectio magistralis a Ragusa Ibla: il racconto di quello che fu “L’inferno di Roma”, titolo del suo ultimo libro, uscito lo scorso 14 maggio. Si tratta dell’unica data in Sicilia: un evento speciale del festival letterario “A Tutto Volume”, diretto da Alessandro Di Salvo. Il nuovo libro del celebre divulgatore scientifico è il secondo della trilogia dedicata a Nerone. Nella tappa siciliana, Angela proporrà una lectio magistralis con contenuti multimediali, in piazza Duomo: potrà accedere solo chi riuscirà a prenotarsi. Ecco tutti i dettagli e le modalità di prenotazione.

Alberto Angela a Ragusa Ibla: unica tappa in Sicilia

Nella sua lectio magistralis a Ragusa Ibla, Alberto Angela approfondirà il terribile incendio che distrusse Roma nel 64 d.C. L’evento è gratuito, con obbligo di prenotazione possibile fino al 2 luglio, solo nelle librerie convenzionate a Ragusa (Flaccavento, Paolino Ubik, Ubik Terramatta, Mondadori, Ubik Ibla, Ubik Marina di Ragusa). È possibile ottenere due posti per ogni libro acquistato. Dal 3 al 10 luglio saranno aperte le prenotazioni online a tutti attraverso il sito web www.atuttovolume.com.

Questo evento inaugura la stagione estiva del Comune di Ragusa. «Siamo onorati di ospitare a Ragusa questa bellissima iniziativa – commentano Peppe Cassì e l’assessore comunale al Turismo, Ciccio Barone –. L’incontro di Alberto Angela, straordinario divulgatore scientifico e grande esperto di storia, aprirà nei fatti i grandi eventi dell’Estate Iblea, tra concerti, iniziative culturali, appuntamenti di rilievo regionale e nazionale. Partiamo proprio da Ragusa Ibla rilanciando anche l’attenzione su questo quartiere barocco, patrimonio dell’Umanità, guardando anche agli aspetti legati al turismo». Foto da video: Pagina Facebook Alberto Angela.

Articoli correlati