Rocco Forte Hotels punta sulla Sicilia.

L’estate è ormai alle porte e la Sicilia riparte dal turismo, con uno degli alberghi più famosi a livello internazionale. Si tratta di Villa Igiea, che riapre sotto l’insegna Rocco Forte Hotels. Una struttura iconica, progettata dall’architetto Ernesto Basile per volere della famiglia Florio, capolavoro dello stile Liberty. Sir Rocco Forte, presidente dell’omonimo gruppo alberghiero, ha commentato: «Villa Igiea è un palazzo straordinario, un’icona di eleganza e stile proprio come lo è stata la sua proprietaria originale, Franca Florio: una dama di grande fascino con uno spiccato senso dell’ospitalità. L’Hotel è stato il luogo simbolo della città di Palermo per oltre 100 anni ospitando artisti, imperatori e l’élite hollywoodiana, rapita dalle meraviglie della Sicilia. Sono molto orgoglioso di far parte della storia di questo straordinario hotel e di aver avuto la possibilità di riportarlo al suo originario splendore».

La ristrutturazione di Villa igiea

La riapertura di Villa Igiea ha generato grandi aspettative nell’imprenditore inglese, tra i principali player del settore alberghiero mondiale. Già adesso sono disponibili 15 camere ed entro la metà di luglio l’hotel sarà pienamente operativo, con 100 tra stanze e suite. Lo storico palazzo si affaccia sul golfo di Palermo. È stato interamente ristrutturato da Olga Polizzi, Deputy Chairman & Design Director di Rocco Forte Hotels, in collaborazione con gli architetti Paolo Moschino e Philip Vergeylen di Nicholas Haslam Studios.

L’importante progetto di ristrutturazione che ha interessato Villa Igiea negli ultimi due anni, ha esaltato il fascino del luogo e consacrato l’atmosfera da Belle Époque del palazzo. Il Ristorante Florio, la Terrazza Bar Igiea e Alicetta Pool Bar, guidati dal pluripremiato Chef Fulvio Pierangelini e dal suo team, puntano sull’eccellenza della cucina siciliana. La Terrazza Bar Igiea – sospesa tra il giardino botanico e il Mediterraneo – include un bar dai soffitti a volta in pietra e dai meravigliosi affreschi dell’artista palermitano Eugenio (Geno) Morici.

Articoli correlati