Amadeus è entrato nel cuore dei telespettatori e ultimamente ha raggiunto un grande successo con il programma "Ora o mai più", ma c'è stato nella sua carriera un difficile periodo buio. A raccontarlo, in un'intervista a Libero, è stato lo stesso presentatore, che ha sottolineato come quel periodo lo abbia aiutato a ripartire più forte di prima.

Amadeus ha spiegato: "Quando ho lasciato L'Eredità per passare a Mediaset, nel 2006, ho attraversato un momento buio. Avrei dovuto fare il preserale per tre anni e invece è durata tre mesi o poco più e per quasi tre anni sono stato di fatto escluso, dimenticato, il telefono non squillava e i produttori non avevano tempo per me. Ma non mi sono abbattuto, avevo solo rabbia verso me stesso per essermi fidato e affidato. E, come dicono a Napoli, ho tirato fuori la 'cazzimma'".

In quel momento è stata di fondamentale importanza la presenza della moglie, Giovanna Civitillo: "Ho imparato a ragionare con la mia testa, a fidarmi di me stesso e di mia moglie lei mi aveva consigliato di non fare quella scelta. E ho capito che la mia casa è la Rai, perché anche se sono nato in Mediaset, con Deejay Television, è in Rai che sono stato consacrato e il pubblico quando sono andato via c'è rimasto male".