Da venerdì 18  domenica 20 ottobre 2019 ritorna Ballarò Buskers, il Festival Internazionale della Arti di Strada che cambia il volto dello storico quartiere di Palermo, conosciuto in tutto il mondo per il suo mercato. Strade, piazze e monumenti saranno invasi dagli artisti, che tra ‘abbanniate’ e coppi di frutta fresca emozioneranno grandi e piccoli. Ballarò diventerà un piccolo carillon dal quale appariranno saltimbanchi, bande musicali, giocolieri, acrobati, attori.

Saranno tre giorni all’insegna delle arti circensi, della musica, della poesia, del teatro, dei laboratori per bambini, ma anche dell’artigianato, dell’editoria e delle feste. Oltre cento artisti si esibiranno durante la tre giorni tra bande, gruppi musicali, cantanti, attori, saltimbanchi, giocolieri, danzatori, performer e artisti, di Palermo, siciliani e internazionali.

L’obiettivo di Ballarò Buskers è rilanciare e riqualificare il Mercato Storico di Ballarò e accendere i riflettori sulle bellezze del quartiere, fare scoprire scorci di questa parte di Palermo a volte trascurata ma che merita l’attenzione di tutta la città, perché nei quartieri storici e popolari ci sono le radici di Palermo. I Mercati storici sono l’anima della città e non possono e non devono chiudere e per questo vanno supportati e sostenuti.

L’Albergheria è uno dei quattro mandamenti storici di Palermo, il cui nucleo storico e folkloristico è il mercato storico di Ballarò. Un luogo simbolo di accoglienza e integrazione: sono infatti circa sedici i Paesi di provenienza degli abitanti del quartiere. Un meltin’pot di culture, colori, cibi e profumi che convivono pacificamente; un luogo affascinante che non lascia indifferenti turisti e cittadini.

Per il programma completo di Ballarò Buskers, clicca qui.