Bollette a 28 giorni, stanno per arrivare i rimborsi. A deciderlo è l’Agcom che stabilisce una data limite entro cui andranno effettuati i rimborsi per Tim, Vodafone, Wind, Tre e Fastweb: il 31 dicembre 2018. Il provvedimento riguarda gli operatori di telefonia fissa che hanno operato violando la delibera dell’Agcom del 2017, con la quale si imponeva alle compagnie di abbandonare la fatturazione a 28 giorni. La decisione arriva dal Consiglio dell’Autorità garante della comunicazione e riguarda il periodo che va dal 23 giugno 2017 e la data in cui è stata ripristinata dall’operatore la fatturazione su base mensile.

L’Agcom aveva diffidato gli operatori a smantellare il fenomeno delle bollette a 28 giorni. Con il provvedimento, "nel rispetto delle recenti indicazioni del Tar del Lazio, volte a contemperare i diritti degli utenti con le esigenze di sostenibilità economico-finanziaria da parte delle aziende, l’Autorità ha individuato il nuovo termine entro cui gli operatori dovranno ottemperare a quanto richiesto nei citati provvedimenti di diffida".

L’Autorità ha ascoltato gli operatori interessati e le associazioni rappresentative dei consumatori prima di disporre il limite del 31 dicembre. Data in cui Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb dovranno restituire alla clientela, anche in più fatture, i giorni in più pagati dai consumatori in quell’arco di tempo. Chi non ha cambiato operatore si vedrà scontata dalla nuove bollette (o da una sola) la cifra per i giorni in più pagati in passato. In sostanza avrà un servizio gratuito per alcuni giorni a cui fa riferimento la nuova bolletta.