Nel cuore della Sicilia c’è un villaggio fantasma.

  • Nel Borgo dei Ferrovieri di Roccapalumba il tempo si è fermato.
  • Nato per ospitare i lavoratori delle Ferrovie dello Stato, è stato del tutto abbandonato.
  • Conosciamo insieme la sua storia e il suo presente.

Il viaggio alla ricerca dei villaggi fantasma della Sicilia ci porta in provincia di Palermo. Qui vi è un agglomerato di case in cui il tempo sembra essersi fermato. Gli edifici sono relativamente recenti, ma non vi abita più nessuno. Il Borgo dei Ferrovieri di Roccapalumba era chiamato, da chi ci viveva, “lo scalo ferroviario“. Sorse nel periodo del boom economico, per ospitare i lavoratori delle Ferrovie dello Stato. Oggi è soltanto un insieme di abitazioni vuote, in cui sembrano ancora potersi sentire le voci di chi vi è stato. La “scoperta” di questo villaggio è avvenuta in modo casuale: se ne è occupato il format “Fuorimedia” di Fuoririga, che ha realizzato un reportage in cui ne racconta la storia. Scopriamola insieme.

Borgo Ferrovieri Roccapalumba: la storia

Il Villaggio dei Ferrovieri di Roccapalumba è stato scoperto da Fuoririga su Google Maps. La troupe ha trovato palazzi abbastanza recenti: qualcuno vi staziona ancora, ma molte case hanno gli ingressi e le finestre murati (probabilmente per evitare che i malintenzionati vi entrino). Molto interessante è la chiesa, intitolata al Santissimo Crocifisso. Don Pino Graziano, parroco di Roccapalumba, spiega che qui vi celebrava messa come vice parroco il Beato Pino Puglisi. Dentro l’edificio sacro vi è ancora qualche mobile ma, per il resto, è stato tutto saccheggiato e abbandonato. Uno dei vecchi abitanti del Borgo dei Ferrovieri di Roccapalumba, Rosolino di Carlo, ha racconta che, quando gli abitanti sono andati via, alcuni volevano acquistare gli appartamenti, ma non gli sono mai stati venduti. Ecco di chi è la proprietà dei luoghi.

Il vice sindaco di Roccapalumba, Giovanni Spadafora, racconta che la società che gestisce il patrimonio immobiliare delle Ferrovie vuole vendere il villaggio, con un costo molto elevato. È difficile da promuovere ed è difficile trovare imprenditori intenzionati ad acquistarlo. Non si può sezionare in lotti e il costo di 1 milione 880mila euro. Di seguito trovate il video con il reportage completo di Fuoririga. Foto da video: canale YouTube Fuoririga.

Lo Scalo Ferroviario di Roccapalumba: video

 

Articoli correlati