Come fare i braccialetti di Nicosia.

  • Oggi scopriamo un dolce tipico dell’Ennese.
  • Si tratta di soffici ciambelline ricoperte di zucchero, che devono il loro nome alla forma.
  • I nicosiani ne vanno molto fieri e fanno bene: sono deliziose!

Non si finisce mai di scoprire le ricette della tradizione dolciaria siciliana. Da una provincia all’altra dell’Isola sono davvero tante le proposte, alcune delle quali rappresentano vere e proprie istituzioni nelle loro località d’origine. I braccialetti di Nicosia rientrano tra queste. Sono molto antiche ma, ancora oggi, è possibile trovarle in alcune delle pasticcerie della cittadina in provincia di Enna. Si preparano nel periodo natalizio e a Carnevale. Si tratta di frittelle a forma di ciambelline, che possono anche avere la forma di fiocco. Sono dolcissimi braccialetti da gustare, che rendono felici grandi e piccini.

La ricetta

Ingredienti

  • 400 g di farina 00
  • 500 ml di acqua
  • 6 uova
  • 60 g di strutto
  • 60 g di zucchero
  • olio per friggere
  • zucchero semolato
  • cannella in polvere

Procedimento

  1. Per fare i braccialetti nicosiani, mettete l’acqua, lo strutto e lo zucchero in un tegame e portate ad ebollizione.
  2. Versatevi quindi la farina setacciata poco alla volta e mescolate continuamente per  5-10 minuti circa, affinché il composto prenda il colore della cera e si stacchi dalle pareti del tegame.
  3. Trasferite l’impasto in una terrina e lasciatelo intiepidire.
  4. Cominciate a incorporare bene un uovo intero per volta.
  5. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo, non troppo molle, né troppo consistente.
  6. Con le mani unte di olio, formate dei bastoncini grossi quanto un dito e lunghi 10 centimetri circa.
  7. Unite le estremità in modo da formare dei braccialetti.
  8. Immergete i braccialetti poco per volta in abbondante olio già caldo a 170 gradi.
  9. Rigirandoli ripetutamente fino a farli gonfiare e dorare da entrambi i lati.
  10. Una volta cotti, metteteli su carta assorbente per alimenti in modo che perdano l’olio in eccesso.
  11. Ancora caldi, passateli nello zucchero semolato misto a un po’ di cannella.

Buon appetito!

Articoli correlati