Il Carnevale di Regalbuto (Enna) è uno dei più logevi della Sicilia. La manifestazione va in scena da oltre 130 anni, raggiungendo il culmine nei tre giorni che precedono il mercoledì delle Ceneri.

A caratterizzare il Carnevale di Regalbuto sono sicuramente le “contradanze”. Si tratta di balli di gruppo con 12 coppie, che affondano le radici nel passato.

Un tempo, infatti, con la fine dell’inverno, si organizzavano feste e danze per salutare l’arrivo della primavera e per propiziarsi un buon raccolto, allontanando tristezza e malinconia. La Contradanza si compone di figure fisse costantemente ripetute e tramandate negli anni.

Pur mantenendo la tradizione nelle figure coreografiche, i maestri danzatori si sfidano alla ricerca di nuove figure innovative e spettacolari.

Grande attenzione viene riservata alla preparazione dei costumi, che richiamano la sicilianità allo stato pure, facendo riferimento a determinate epoche storiche, ma anche basandosi interamente sulla fantasia. La manifattura è artigianale e richiede mesi di accurata preparazione per la scelta dei tessuti, dei colori e delle decorazioni.

Il Carnevale di Regalbuto è un momento di allegria condivisa. I cittadini ballano lungo le vie della città e si divertono insieme a chi arriva da lontano per assistere a questa importante manifestazione.

I costumi

Il costume tradizionale è il protagonista assoluto del carnevale di Regalbuto. La cittadina ennese è riccaa di maestri artigiani che confezionano maschere e costumi di pregevole fattura, indossati per tutto il corso delle celebrazioni.

Per ammirare i più bei costumi, è stato istituito un apposito Concorso a premi, che richiama numerosi artigiani negli ultimi tre giorni del Carnevale. Una variante tipica del Carnevale regalbutese è quella del costume in cartapesta.