Difficile eguagliare la bontà dei dolci siciliani. Durante tutto l’anno è possibile trovare una grande varietà di preparazioni e in concomitanza di particolari ricorrenze esistono ricette tipiche legate a determinate tradizioni.

I dolci siciliani di Carnevale sono golosi e le ricette continuano a tramandarsi da una generazione all’altra.

Caratteristica principale di queste prelibatezze è il saper esaltare gli ingredienti tipici del territorio. Per godere al meglio della bontà dei dolci che si preparano a Carnevale in Sicilia, abbiamo pensato di suggerirvi quelli che dovete per forza assaggiare.

Dolci siciliani di Carnevale che bisogna per forza assaggiare

  • Pignolata: è un dolce al miele che si prepara non solo in Sicilia, ma anche in Calabria. Da una città all’altra la ricetta può variare. Ad esempio, nella versione messinese, c’è anche il cioccolato fondente. Anche il nome è soggetto a variazioni, diventando in alcune località pignoccata.
  • Chiacchiere: si preparano in diverse parti d’Italia, Sicilia inclusa. Naturalmente a renderle particolari sono gli ingredienti utilizzati: a fronte di una ricetta di base che è sempre più o meno uguale, vi sono tante gustose varianti. Vengono anche chiamate Cenci.
  • Sfinci di Carnevale: una morbida pasta fritta, dorata fuori e soffice dentro, ricoperta di miele o semplice zucchero. Le sfinci si consumano, con diverse varianti, durante tutto l’anno, e quelle del periodo di Carnevale possono includere uva sultanina o creme.
  • Ciambelline: vengono preparate con le patate, che contribuiscono a rendere l’impasto ancora più soffice. Vengono fritte e ricoperte di zucchero a velo e cannella.
  • Teste di Turco: esistono più versioni di questo dolce. Quella del Carnevale si prepara a Castelbuono, nel Palermitano: si tratta di sottili sfoglie con crema.
  • Crispelle al riso e miele: un altro delizioso dolce fritto, reso ancora più goloso dal miele.