Il sapore unico e antico: le Cassatedde di Ceci.

  • Scopriamo insieme un particolare dolce della tradizione siciliana.
  • A differenza delle più note Cassatelle con la ricotta, queste hanno un ripieno a base di ceci.
  • La ricetta è stata recuperata grazie a un preciso lavoro di ricerca.

Quando parliamo di Cassatelle siciliane, subito pensiamo ai ravioli dolci e fritti, ripieni di una golosa crema di ricotta, o alle Cassatelle di Agira. In realtà esiste anche un’altra golosa versione di questo dolce, che non somiglia né alle une, né alle altre. Le Cassatelle di Ceci (Cassatedde di Ciciri) sono un dolce della tradizione, che è stato recuperato in seguito a un attento lavoro di ricerca. In particolare, la Pro Loco di Partinico (Palermo) e Slow Food Palermo si sono impegnati per permetterci di gustare il sapore autentico di questa preparazione. Vediamo quali sono le sue caratteristiche. La forma è quella classica, a mezzaluna ma, all’interno, c’è un ripieno a base di ceci, mandorle, miele e aromi. La Cassatedda di Ciciri è legata alla tradizione agricola e pastorale e riporta a un tempo in cui si viveva di ciò che si produceva o di ciò che la natura concedeva. Come tanti dolci della tradizione siciliana, è nata dalla sapienza di mamme e nonne, che accontentavano i bimbi offrendo loro un dolce fatto con i ceci. Ad arricchirla sono state le suore.

Ricetta Cassatelle con i Ceci

Ingredienti

  • 300 g di farina
  • 100 g di margarina
  • 100 g di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di Marsala
  • 300 g di ceci
  • 1 foglia di alloro
  • 100 g di miele
  • 1/2 bustina di vanillina
  • 50 g di mandorle tostate
  • 1 limone
  • cannella
  • olio di semi
  • zucchero a velo
  • sale

Procedimento

  1. Per fare le Cassatedde di Ceci, dovete anzitutto mettere i ceci a bagno per 24 ore.
  2. Lessateli con la foglia di alloro in acqua fredda, non salata, per 4 ore.
  3. Setacciate la farina e lavoratela con la margarina a pezzetti, il Marsala, 2 cucchiai di zucchero semolato, una presa di sale e la vanillina.
  4. Raccogliete l’impasto a palla e lasciatelo riposare per 1 ora, avvolto in un canovaccio infarinato, in un luogo tiepido.
  5. Aggiungete le mandorle tritate, la scorza di limone grattugiata, il miele, lo zucchero semolato rimasto e un pizzico di cannella.
  6. Lavorate bene tutto e mettete da parte.
  7. Stendete la pasta in una sfoglia sottile e ricavate strisce larghe 10 centimetri.
  8. Mettetevi sopra la crema, a cucchiaiate ben distanziate tra loro e ripiegate la pasta, in modo da racchiudere la farcia all’interno.
  9. Ritagliate delle mezzelune con il tagliapasta e friggete in olio caldo.
  10. Servite ben calde, spolverizzando con zucchero a velo e cannella mescolati.

Buon appetito!

Foto di Naty Natalia Panatta

Articoli correlati