Si trova a Castelbuono la prima panchina gigante della Pace della Sicilia. È stata inaugurata nell’area adiacente il viale del Castello e porta con sé un messaggio di solidarietà, fratellanza e inclusione di tutti i popoli.

La panchina gigante di Castelbuono

Chiunque deciderà di visitare il pittoresco borgo della provincia di Palermo, adesso, potrà anche vedere dal vivo la Panchina gigante della Pace e per l’inclusione di tutti i popoli.

La grande panchina, installata nell’area adiacente il viale del Castello, è stata promossa dall’Associazione Ristoratori, di concerto con l’amministrazione Comunale.

Come hanno ricordato il sindaco, Mario Cicero, e l’assessore comunale Dario Guarcello durante i loro discorsi, i simboli della Pace sono presenti nei tre ingressi principali del paese da oltre un ventennio.

L’idea della Panchina continua quel percorso di simboli importanti e indispensabili per mantenere sempre accesa l’attenzione su temi sensibili come il rispetto umano e la non violenza.

«Ringraziamo l’associazione Ristoratori per aver portato avanti questo progetto e per la cura della stessa nei prossimi anni», commenta l’assessore Guarcello.

«I nostri valori come Comunità sono forti e costanti. I colori della Pace da adesso saranno presenti in maniera permanente e i cittadini ed i turisti li porteranno con sé come ricordo della nostra Castelbuono», conclude.

La panchina gigante di Castelbuono è alta 2 metri e larga 3 metri, con profondità 1,20 metri. È dipinta con i colori della bandiera della Pace.

L’hanno realizzata gli artigiani maestri del legno della ditta Vignieri, in collaborazione con il maestro Cordone per la parte strutturale, mentre la piattaforma è stata realizzata dalla ditta edile Battaglia.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati