Vi siete sicuramente chiesti tante volte come friggere senza schizzi. Capita spesso di avere a che fare con schizzi di olio che sporcano le piastrelle e il piano cottura, e peraltro possono anche procuraci piccole scottature. Riuscire a friggere senza schizzi non è un’impresa impossibile, ma bisogna sapere come fare. Per trovare un rimedio, è necessario capire perché questo accade.

Durante la frittura, l’olio schizza per colpa dell’acqua: questa, a contatto con l’olio bollente, provoca una reazione in grado di generare gli schizzi. Quando l’acqua passa dallo stato liquido a quello gassoso, infatti, raggiunge un punto di ebollizione di 100°, che è notevolmente più basso di quello dell’olio. Nel momento in cui acqua e olio entrano a contatto, l’acqua raggiunge lo stato gassoso e genera alcune bolle d’aria. Le bolle, una volta in superficie, generano gli schizzi.

Ed ecco, dunque, come friggere senza schizzi

  1. Asciugate gli alimenti bene, prima di metterli nell’olio. Potete usare carta assorbente o anche un panno. Così, eliminerete il primo dei problemi.
  2. Non usate il coperchio. Il coperchio, infatti, aiuta la formazione dell’umidità all’interno della padella, facendo cadere alcune gocce di condensa nell’olio, quando lo togliete.
  3. Immergete una patata nell’olio. Questo è uno dei metodi naturali più famosi. Prima che l’olio sia caldo, immergete una patata, in modo che possa assorbire tuta l’umidità e l’acqua presenti nell’olio.
  4. Utilizzate il sale grosso. Anche il sale grosso elimina l’acqua: basta aggiungerne alcuni granelli sul fondo della padella, prima che l’olio entri in cottura.
  5. Infarinate gli alimenti. Alcuni alimenti, prima di essere fritti, necessitano di essere infarinati: in questo modo si evita il deposito di acqua in frittura.

Articoli correlati