Coronavirus, attenti alle truffe. Purtroppo c’è chi sta cercando di approfittare dell’emergenza, come segnalato in Sicilia e anche in diverse parti d’Italia. In particolare, alcuni cittadini hanno ricevuto la visita di alcuni personaggi vestiti con tuta, mascherine e guanti.

Al citofono dicono di essere stati mandati dall’Asp, per fare i tamponi a tappeto per il Coronavirus, ma non è vero nulla. Sono malviventi che cercano di entrare in casa. L’Asp di Palermo ha spiegato che l’esame a domicilio per il rilevamento dell’infezione da Covid-19 avviene solo dopo la segnalazione del medico di famiglia al dipartimento di prevenzione ed a seguito di apposita valutazione condivisa.

«Gli utenti non residenti – prosegue l’Asp – possono contattare direttamente il dipartimento di prevenzione per le valutazioni del caso. Prima di recarsi al domicilio del paziente, personale dell’azienda sanitaria avverte telefonicamente l’interessato che, soltanto dopo questo contatto, sarà poi raggiunto a casa per il tampone».

Qualora vi trovaste ad avere a che fare con i truffatori, contattate subito le forze dell’ordine e non fateli entrare in casa.

Articoli correlati