Volare dall'Europa agli Stati Uniti con appena 65 euro. Un sogno? No, realtà, a partire dal mese di giugno, quando si potrà voltare dal Regno Unito e dall'Irlanda verso la costa orientale degli Usa a questa cifra, tasse incluse. Alle 17.40 del 17 giugno la Norwegian Air International farà decollare dall'aeroporto di Edimburgo il primo Boeing 737 Max – a corridoio singolo, 189 sedili – con destinazione Hartford, in Connecticut (a 209 chilometri da New York e 177 chilometri da Boston). I primi 10 mila biglietti saranno venduti a 65 euro, poi costeranno 99 euro.

La compagnia aerea ha annunciato, entro la prossima estate, l'avvio di altre dieci nuove rotte low cost di lungo raggio  — sopra l’Atlantico — da Belfast, Cork, Dublino, Edimburgo e Shannon verso i centri americani Hartford, Newburgh (97 chilometri da Manhattan) e Providence (95 chilometri da Boston). Questi aeroporti sono considerati secondari, ma consentono alla Norwegian di far atterrare velivoli più piccoli, pagando poche tasse e tenendo bassi i costi di gestione. Con i biglietti a cifre così ridotte, quasi tutti i servizi a bordo vengono considerati degli extra, quindi sono da pagare a parte.