Denise Pipitone in Russia: il caso a Chi l’ha Visto.

  • Nella puntata di mercoledì 31 marzo si è parlato della scomparsa avvenuta a Mazara del Vallo nel 2004.
  • Una giovane russa di nome Olesya è alla ricerca della madre.
  • Soltanto la prova del DNA potrà dare certezze: le parole della mamma di Denise, Piera Maggio.

Si riaccendono i riflettori su uno dei casi di scomparsa più noti della Sicilia. La trasmissione di Rai3 Chi l’ha Visto ha raccolto una segnalazione che porta sulle tracce di Denise Pipitone in Russia. Era il 2004 quando Denise, allora bambina, è sparita da Mazara del Vallo. Da allora la madre, Piera Maggio, non si è mai persa d’animo. Una ragazza russa poco più che ventenne, Olesya Rostova, ha lanciato un appello dalla tv del suo paese per ritrovare la madre: i punti di contatto tra la sua vicenda e quella di Denise sono parecchi e sembrerebbe esserci una somiglianza con Piera Maggio. Ecco cosa è emerso nel corso della puntata di mercoledì 31 marzo 2021 di Chi l’ha Visto.

Chi è Olesya Rostova

Olesya Rostova sembra somigliare molto a Piera Maggio. Ha raccontato di essere stata rapita quando era piccola. Ha inviato una lettera alla redazione del programma russo пусть говорят (in italiano “Lasciali parlare”), per cercare la sua famiglia. La giovane russa ha raccontato di essere stata portata in un campo rom nel 2005 quando aveva circa 5 anni. L’età, dunque, è compatibile con quella di Denise. Olesya ha vissuto nel campo nomadi e ha chiesto l’elemosina per portare soldi alla comunità. In seguito è stata arrestata, quindi è andata in un orfanotrofio, dove le hanno dato il nome che ha adesso. Ha rivolto un appello alla madre: «Non ti ho mai dimenticato, ti sto cercando e ho la possibilità di trovarti. Eccomi qui, sono viva, voglio conoscerti e trovarti». Per quanto riguarda la possibilità che ci sia Denise Pipitone in Russia, sono emersi alcuni fattori.

L’avvocato Giacomo Frazzitta, che assiste la famiglia di Denise, ha ricordato nel corso di Chi l’ha Visto alcuni passaggi delle ricerche. Ad esempio, non è stata mai rintracciata una bambina con accento siciliano segnalata da una guardia giurata dopo la sparizione di Denise. Il giornalista Marc Innaro, corrispondente Rai da Mosca, ha spiegato che «È arrivata una segnalazione per Olesya in Russia e lei si è recata a verificarla. Il suo profilo genetico è stato già reso disponibile». La mamma di Denise, Piera Maggio, ha inviato un messaggio alla trasmissione Rai di Federica Sciarelli: ecco le sue parole.

Piera Maggio: “Speranzosi, ma non ci illudiamo”

Piera Maggio ha detto: «Vogliamo rimanere con i piedi ben piantati a terra, cautamente speranzosi, ma senza illuderci più di tanto. Anche perché le segnalazioni passate ci hanno mostrato che l’illusione non porta a nulla. In questi casi, ovviamente, l’unica cosa da fare è chiedere che venga fatto il DNA, ed è quello che noi chiederemo. È l’unica soluzione per fugare ogni dubbio. Invece mi preme dire che vogliamo ringraziare veramente quanti in questo momento ci sono vicini e solidali. E questo ci fa capire quanta gente, quante persone amano Denise e non l’hanno dimenticata. Questo a noi ci riempie il cuore. Grazie, grazie veramente». Di seguito trovate il video con il confronto tra Denise e Olesya.

Denise Pipitone in Russia? Il confronto con Olesya VIDEO

 

Articoli correlati