Forse non tutti lo sanno, ma negli splendidi mosaici di Cefalù è raffigurata una sola donna. Ve ne parleremo oggi e vedremo insieme chi è. Quella figura femminile ha l’aspetto di una giovane principessa e si trova proprio sotto il Pantocratore. Indossa una tunica azzurra e porta, come le creature celesti e i re, pantofole di porpora, poggiando i piedi su un cuscino gemmato.

Ma chi è, allora, l’unica donna dei mosaici di Cefalù?

Si tratta della Madre di Dio. Per questo motivo indossa un abito azzurro coperto di porfido, al contrario di come è vestito il figlio. In lei, l’umanità si ammanta della divinità. La tunica azzurra rappresenta l’umanità.

Il mantello porfido simboleggia la dignità divina: è listato e crociato d’oro, con frange rosso azzurre attorno al corpo e d’oro sul cuore. Nella donna viene raffigurata anche la chiesa ed è per questo che le mani sono in atteggiamento orante.

Tra gli altri elementi presenti, vi è il velo liturgico del Calice, attaccato alla cintura. Accanto a lei, invece, vi sono quattro giovani principi: Uriel, Raffaele, Gabriele e Michele. Questi ultimi si rivolgono a lei in atteggiamento di servizio e con abiti diaconali.

Foto José Luiz Bernardes Ribeiro