Avete mai sentito parlare del fantasma del Ponte Vecchio di Castronovo di Sicilia? Siamo provincia di Palermo, per raccontare una storia avvolta da un fitto mistero. Il ponte fu edificato nel XVI secolo, sul fiume Platani, per consentire più agevolmente il passaggio di viaggiatori e merci. Prima, il guado del fiume avveniva all’altezza della Chiesa di San Pietro.

Venne costruito con pietre squadrate e iniziò a essere fruibile nel 1570. Pensate che il costo delle pietre era stato di 19 tarì alla canna (cioè 2,5 metri circa). Nel 1590 venne applicato un rivestimento di calce. L’arcata del ponte è a tutto sesto, mentre la struttura del passaggio è a schiena d’asino.

E fin qui nulla di strano.

A rendere questo luogo misterioso, è ben altro. Secondo quanto racconta la gente del luogo, infatti, su questo vecchio ponte può capitare di imbattersi su una figura evanescente, che scompare all’improvviso, come se venisse risucchiata dall’alto. Difficile sapere come è nata questa leggenda. Pare, inoltre, che in pochi abbiano davvero visto lo spettro.