Il 18 maggio potranno riaprire parrucchieri, bar e ristoranti. Le Regioni hanno ottenuto il via libera “formale” del governo. L’accordo è arrivato al termine della videoconferenza tra i governatori e l’esecutivo, con al tavolo anche il premier Giuseppe Conte oltre ai ministri Roberto Speranza e Francesco Boccia.

Tra giovedì e venerdì arriveranno linee guida e regole generali uguali per tutti. Si potrà tornare al bar a prendere un caffè, si potrà andare dal parrucchiere e si potrà andare a cena fuori, ma ci saranno regole chiare. Il Comitato Tecnico Scientifico sta lavorando alle linee guida, che saranno probabilmente diffuse in concomitanza con l’uscita dei primi dati ufficiali sul monitoraggio dei primi 10 giorni di allentamento delle misure.

Le Regioni presenteranno un programma delle riaperture e potranno agire in autonomia, ma il governo nazionale avrà sempre la possibilità di intervenire, qualora fosse necessario bloccare una nuova diffusione del virus.

Nel caso dovessero esserci nuovi focolai, in sostanza, ci saranno interventi che, spiegano fonti di governo, saranno tempestivi e attuati in stretto contatto tra l’esecutivo e le Regioni. “Inizia la fase della responsabilità per le Regioni” ha ribadito ai governatori il ministro per le Autonomie Francesco Boccia.