La partecipazione al Festival di Sanremo della giornalista siciliana Diletta Leotta, volto noto di Sky, ha fatto storcere il naso a Paola Ferrari. La conduttrice Rai, in un'intervista rilasciata al settimanale Chi, ha affermato: «Certo che non sono contenta che abbiano invitato Diletta Leotta a Sanremo. C'è tanta gente che lavora in Rai, e non parlo solo di giornalisti, c’è ancora un orgoglio Rai e quindi ci restiamo un po’ male. Certo che in tante cose, se si badasse a quello che di buono fanno i giornalisti dell’azienda…».

La Ferrari ha inoltre aggiunto: «A Sanremo non ci devo andare io" continua la Ferrari, "il Festival l’ho fatto per tanti anni come giornalista. Non chiamate la vecchia Ferrari che fa solo grandi ascolti e c’è la mania di rottamare tutto, ma abbiamo altre giornaliste molto brave, mi piacerebbe che all’Ariston ci fosse anche un volto nostro che è in antitesi come immagine, poi non parlo di valore giornalistico. Abbiamo Giorgia Cardinaletti della Domenica sportiva che poteva essere in contrapposizione con un’immagine come quelle della Leotta perché Giorgia ha 28 anni, è una bellissima ragazza, completamente diversa, arriva da Rai News e ha un approccio diverso dal punto di vista estetico e dell’immagine. Dico che bisogna fare più squadra e avendo un carattere fumantino, un po' ribelle, è difficile per me tacere. Ecco, mi sarebbe piaciuto che Giorgia fosse sul palco di Sanremo».

Non si tratta della prima occasione in cui la giornalista di Rai 2 lancia una frecciata rivolta a Diletta Leotta. Pochi giorni fa si era sfogata su Twitter, affermando: «Mi viene la nausea, la mia azienda porta ad esempio come giornaliste sportive Diletta Leotta e Ilaria D'Amico . Mamma mia! E su Rai 2?».