Ritorna, il 13 agosto, l’appuntamento con la Fiera Franca di Roccella 1463. La manifestazione ritorna per la quarta edizione a Roccella Valdemone, in provincia di Messina. Si tratta di un evento a carattere storico-rievocativo. Nel 1463, infatti, Re Giovanni I d’Aragona concesse al barone di Roccella Francesco Statella di svolgere una fiera della durata di 15 giorni.

La storia della Fiera Franca di Roccella

La Fiera Franca di Roccella, secondo quanto riportato dallo storico locale Luigi Genovese Camarda, si inaugurava ogni anno con una parata di apertura. Questa aveva un cerimoniale ben articolato e definito, che è andato avanti per quasi quattrocento anni. Col passare del tempo, però, si è perso ma è stato recuperato dall’associazione culturale e ricreativa Auricella. L’associazione ha dato nuova vita a questa antica tradizione, nel massimo rispetto e nell’attenzione del cerimoniale e dell’accuratezza storica degli abiti dell’epoca.

Particolarità della Fiera era sicuramente la parata di apertura che lo stesso Genovese Camarda ci descrive pittorescamente : «Da qui venne l’antica costumanza che nelle ore vespertine dello undici agosto, un ragazzino scelto a vicenda tra le maggiorenti famiglie di Roccella, parato a festa, corteggiato da quanti potevano splendidamente stare in sella, scortato dalla squadra baronale, entrava a cavallo tra lo squillo dei sacri bronzi, lo sparo delle moschetterie, e gli evviva di un popolo affollato; portava e’in mano una bandiera che andava a piantare nel campanile di santa Maria dell’Udienza, a segnale delle cominciate franchigie […] ».

Dal 2016 questa manifestazione ha ripreso vita sotto forma di rievocazione storica con il nome di Fiera Franca di Roccella 1463, che la ripropone ogni 13 agosto (giorno della registrazione dell’atto di concessione regia). Dal 2019 è stata inserita tra le manifestazioni approvate dal CERS (Consorzio europeo rievocazioni storiche).

Roccella Valdenome era chiamata anticamente Auricella e Rocchella (dal latino medievale Roccella, piccola rocca), Roccella Mediterranea (anno 1676), quindi Roccella di Randazzo e infine Roccella Valdemone. Il nome “Valdemone” ha origine da una delle tre circoscrizioni amministrative in cui gli Arabi suddivisero la Sicilia, ossia dal Vallo di Demenna, che a sua volta discende dal latino Vallum (vallo). Il ritrovamento in territori vicini a Roccella, di monete greco-romane fa supporre la presenza di antichi insediamenti umani.

Foto Pagina Facebook associazione Auricella

Articoli correlati