Alla scoperta di una delle città più belle della Sicilia.

Alcune località della Sicilia non hanno bisogno di presentazioni. Basta il nome per richiamare subito alla memoria immagini straordinarie, con panorami mozzafiato e storia antica. Taormina è una di quelle località. La cittadina in provincia di Messina è una delle mete più belle per le vacanze in Sicilia e non è difficile capire perché. Si tratta di un piccolo gioiello sospeso tra rocce e mare. Un perfetto mix tra cultura, natura ed enogastronomia. Dal teatro antico al giardino Hallington Siculo, passando attraverso granite deliziose e scorci da amare. Già in passato era una importante tappa del Gran Tour, lungo viaggio nell’Europa continentale effettuato dai ricchi giovani dell’aristocrazia europea a partire del XVII secolo. Tanti personaggi famosi sono passati da qui durante il ventesimo secolo: fu colonia di artisti, scrittori e intellettuali espatriati. Ecco cosa vedere a Taormina.

A rendere Taormina unica è anzitutto la sua posizione. Situata su una collina a 206 metri di altezza sul livello del mare, si trova su un terrazzo del monte Tauro. Lo scenario è unico, sulle pendici dei monti Peloritani della riviera ionica. E l’Etna, maestoso e imponente, sta sullo sfondo. Qualsiasi momento dell’anno è perfetto per visitarla. L’estate è calda e soleggiata, ma ventilata, l’inverno è breve. Primavera e autunno regalano bellissime giornate. Già da queste brevi premesse, non si può che avere voglia di conoscere la Sicilia più a fondo. Le cose da vedere a Taormina sono parecchie, nonostante si tratti di una piccola località.

Cosa vedere a Taormina

  • Teatro Antico di Taormina: cominciamo, naturalmente, dalla costruzione più nota. Si tratta del secondo teatro antico per dimensioni della Sicilia. Avrebbe un’origine ellenistica, ma si presenta totalmente romano nel suo aspetto oggi visibile. In origine la struttura era legata a un piccolo santuario. Oggi il teatro accoglie tantissimi spettacoli, tra cui concerti di artisti internazionali.
  • Corso Umberto: si tratta della via principale, che attraversa tutto il centro. Qui si trovano boutique di lusso, gioiellerie, negozi di souvenir. Non mancano bar, ristoranti e forni, per soddisfare ogni languorino.
  • Duomo: la Cattedrale di Taormina si trova in Corso Umberto. Si riconosce per la facciata medievale e per la porta, in stile barocco. Anche l’interno merita: una visita è d’obbligo!
  • Hallington Siculo: distante dalla folla, è un bellissimo giardino. La villa in passato apparteneva a una ricca donna inglese. Fu lei a far costruire diverse strutture, tra mangiatoie e nidi, per gli uccelli. Dalla Villa Comunale di Taormina la vista è molto bella. Qui, ad esempio, potete consumare un pasto al sacco, godendo della vegetazione circostante.
  • Chiesa Madonna della Rocca: da via Circonvallazione parte una scala di oltre 300 gradini, che fa arrivare sulla cima di Taormina, in circa 20 minuti a piedi. Da qui è possibile godere di una bellissima vista su tutta la città e sul Teatro Greco.
  • Naumachie: si tratta di un lungo muro in laterizio, di circa 122 metri, alto 5 metri. È poco distante dal Teatro e vicino all’attuale piazza Vittorio Emanuele. È il prospetto di un ninfeo che si sovrappone a una “stoa” o portico ellenistico.
  • Isola Bella: è situata ai piedi di Taormina e si raggiunge facilmente. Ciottoli e acqua cristallina: un mix imperdibile.
  • Odeon: Forse non tutti lo sanno, ma il Teatro Antico di Taormina ha un fratello minore. È una miniatura di un antico teatro coperto, e si trova nel cuore della cittadina, alle spalle della Chiesa di Santa Caterina.
  • Palazzo Corvaja:  è uno dei palazzi più famosi. Sorge nella zona dove un tempo c’era l’antica agorà greca, poi foro romano, cioè il centro delle attività politiche e sociali. Nucleo originario è un’antica torre araba, il cui corpo è ancora visibile nella corte in cui si apre l’accesso al primo piano.

Dintorni di Taormina

A pochi chilometri da Taormina si trova il piccolo comune di Castelmola, che racchiude delle interessanti rovine medievali. Da provare, il vino alle mandorle. A 50 minuti di strada, invece, trovate le Gole dell’Alcantara, alte oltre 25 metri e larghe non più di 2-4 metri. Una volta che ci si trova a Taormina, non si può non visitare l’Etna. Se non avete molto tempo, vi consigliamo di approfittare di un tour già organizzato di un giorno, in modo da sapere esattamente cosa vedere e come. In ogni caso, potete anche organizzarvi in autonomia, raggiungendo la destinazione in auto. Dista circa un’ora da Taormina. Foto di mariocutroneo – (CC BY-NC-ND 2.0).

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

Articoli correlati