Avete mai sentito parlare delle Ganeffe? Si tratta di piccole e gustose polpette di riso, che vengono fritte e poi servite nel brodo di carne. Sono anche conosciute come “badduzzi di risu cu broru”, cioè palline di riso in brodo, e sono tipiche delle province di Enna e Caltanissetta.

Si gustano a cena o come piatto della domenica, soprattutto durante i mesi più freddi. Volendo utilizzare una terminologia moderna e molto in voga, possiamo definirle un antico “comfort food“, cioè uno di quei piatti che ci fanno sentire coccolati. Vediamo insieme come prepararle.

Ricetta Ganeffe alla Siciliana

Ingredienti

  • 250 g di riso
  • 100 g di pecorino grattugiato
  • 2,5 l di brodo di manzo
  • farina
  • olio extravergine d’oliva
  • 1/2 bustina di zafferano
  • 3 uova

Procedimento

  1. Lessate il riso in abbondante acqua salata.
  2. Sgocciolatelo al dente e trasferitelo in una terrina.
  3. Conditelo con 2 cucchiai di pecorino e lo zafferano sciolto in poca acqua.
  4. Mescolate e fate intiepidire.
  5. Incorporate un uovo battuto.
  6. Appena il riso si sarà freddato completamente, prelevatelo a cucchiaiate e formate delle palline. Devono essere poco più grossa di un’oliva.
  7. Passatele nelle uova sbattute e, poi, nella farina.
  8. Friggetele in olio caldo.
  9. Non appena saranno dorate, scolatele e mettetele su carta da cucina, affinché perdano l’unto in eccesso.
  10. Tuffatele nel brodo a bollore e fate cuocere per un paio di minuti.
  11. Servite con formaggio grattugiato e pane.

Buon appetito!

Articoli correlati