251014_10150282193139505_2457868_nCome tutti sappiamo la Sicilia è stata sempre una meta ambita per I conquistatori. Così i Fenici, i Greci, gli Arabi, i Normanni, i Francesi, gli Spagnoli si sono avvicendati nel suo territorio lasciando tracce della loro civiltà , della loro arte e della loro lingua.

Nel dialetto siciliano,infatti, è facilissimo trovare parole di chiara origine straniera soprattutto francese ed araba.

Ecco un po’ di vocaboli siciliani lasciatici dai nostri amici transalpini:

Accattari> acheter (ascetè) = comprare

Addrumari > allumer (allumè) = accendere

Armuarru > arm oire (armuar)= armadio

Arrusciari > aroser (arosè) = innaffiare

Assassunari < assaissoner( asesonè) = condire, cuocere in umido

Assiettati > assed-toi (assiè-tuà) = siediti

Autru (o avutru o atru)> autre (otr) = altro

Bagnera > bagnoire (bagnuar)= vasca

Cafè > café (café) = caffè

Cirasa > cerise (seris)=ciliegia

Darrieri >derrière (derrier) = dietro

Dritta > droite (druat) = destra

Figghia > fille (figgh) = figlia

Gattò > gateau (gatò)= torta

Mamà > maman (mamà) = mamma

Mpurriri > pourrir (purrir) = marcire

Muccaturi > mouchoir (musciuar) = fazzoletto

Muschitta> moustique (mustic)=zanzara

Paletò > paletot ( paletò) = cappotto

Pitaggiu > potage (potag) = pietanza di ortaggi misti

Prescia > presse(press) = urgenza, fretta

Pumu> pomme(pom) = mela

Putia > boutique (butic)=negozio

Racina > raisin (resen)=uva

Sarvietta > serviette(serviet) = tovagliolo, porta merenda

Sbarazzari > débarrasser (debarasè ) = sgombrare

Scassari > casser (cassè) = rompere, sfasciare

Scirari > descirer (descirè) = strappare, lacerare

Simana > semaine (semen) = settimana

Sosizza > saucisse (sosis) = salsiccia

Tabarè > tabarin (tabarè) = vassoio

Travagghiari > traviller (travagghiè) = lavorare

Vatinni > va t’en (vatan) = vattene

Vu > vous (vu)=voi

Vucciria > boucherie (buscerì) = macelleria

Angela Marino