I luoghi da vedere con le Giornate Fai Sicilia 2020.

  • Torna l’appuntamento dedicato alla scoperta della Sicilia e dei suoi tesori.
  • Sabato 17 e domenica 18 ottobre i Gruppi Fai Giovani faranno conoscere tanti luoghi aperti al pubblico in tutta la regione.
  • Vediamo insieme cosa vedere, città per città.

Nei weekend di sabato 17 e domenica 18 e sabato 24 e domenica 25 ottobre, torna un appuntamento dedicato alla scoperta del patrimonio della Sicilia. Quest’anno, per permettere a tutti di visitare in sicurezza 1.000 luoghi straordinari del nostro Paese, le Giornate FAI d’Autunno raddoppiano su due weekend. È un’occasione da non perdere per tornare a scoprire luoghi ancora poco conosciuti del nostro Paese e sostenere la missione del FAI. Sono tanti i luoghi aperti in occasione delle Giornate Fai Sicilia 2020. Per garantire un sereno svolgimento delle giornate di manifestazione, grazie a una donazione di 3 euro è già possibile prenotare la propria visita sul sito www.giornatefai.it. La prenotazione, seppur fortemente consigliata, non è obbligatoria.

Cosa vedere con le giornate Fai d’Autunno in Sicilia

  1. Palermo: Convento del Carmine Maggiore; Casa Museo del Costume Raffaello Piraino; MEC Museum – Palazzo Castrone Santa Ninfa; Chiesa degli Agonizzanti (Carini); Oratorio del SS Sacramento (Carini); Viaggio a Polizzi: alla scoperta delle capitanee dell’arte (Polizzi Generosa).
  2. Catania: Ducea di Nelson (Bronte); Chiesa e Convento di San Bonaventura (Caltagirone); Palazzo Raciti (Acireale); Bosco di Santo Pietro: storia, risorse e scrigni segreti (Caltagirone); Aeroporto di Santo Pietro (Caltagirone); Borgo di Santo Pietro (Caltagirone); Stazione Consorziale Sperimentale di Granicoltura per la Sicilia (Caltagirone); Cimitero Monumentale di Catania.
  3. Agrigento: Biblioteca Lucchesiana; Casa Museo dei Padri Liguorini; Giardino della Kolymbethra; Museo Diocesano (Aragona); Casa dell’Artista – Atelier Bellanca (Aragona); Chiesa della Provvidenza (Aragona).
  4. Trapani: Chiesa Collegiata di San Pietro (Castelvetrano); Palazzo Pignatelli – Aula consigliare (Castelvetrano); Complesso monumentale di S, Maria della Grotta (Marsala); Giardino Pantesco Donnafugata (isola di Pantelleria); Mura Elimo-Puniche di Erice; Monte Bonifato (Alcamo).
  5. Messina: Borgo di Fontanelle (San Filippo del Mela); San Filippo superiore “Casale dei Basiliani e dei 40 mulini”.
  6. Enna: Borgo di Santa Maria di Agira; Chiesa di Santa Maria degli Angeli; Complesso conventuale di Sant’Agostino (Troina); Villa Zagaria; Villa Speciale di Monte Oliveto; Escursione sui Nebrodi nei boschi demaniali di Troina; Rito della transumanza degli asini ragusani (Troina).
  7. Siracusa: Chiesa di San Sebastiano (Palazzolo Acreide); L’altra Melilli, la bellezza ritrovata (Melilli); I Santoni – Santuario Rupestre della Dea Cibele (Palazzolo Acreide).
  8. Ragusa: Chiesetta di San Giacomo (Modica).

Per tutti i dettagli, le prenotazioni date e orari di apertura, cliccate qui.

Articoli correlati