La piccola Elisa è tornata a Palermo con la mamma, Elena Pastux, e la sorella Litiia. L’aereo che le ha riportate al sicuro in Sicilia è atterrato all’aeroporto Falcone Borsellino del capoluogo. Si conclude con un lieto fine l’Odissea della mamma e della bimba disabile, rimaste bloccate a causa della guerra in Ucraina.

Elisa e la mamma sono tornate a Palermo

Elena Pastux era andata a prendere la primogenita Litiia 23 anni, ma ha avuto grandi difficoltà a fare rientro in Sicilia, a causa del conflitto in atto. Adesso, per fortuna, il peggio è passato.

Il video che vi mostriamo, pubblicato da BlogSicilia.it, testimonia proprio il momento dell’arrivo all’aeroporto di Palermo, dove il sindaco Leoluca Orlando e i giornalisti attendevano la donna e le figlie fuggite dalla guerra.

«Il mio primo pensiero – ha detto Pastux – va ai miei compatrioti ucraini che sono in guerra e si trovano sotto le bombe. È stata un’esperienza terribile. Abbiamo passato diversi giorni nei rifugi insieme a tanti altri concittadini di Kiev senza sapere cosa fare. Giornate intere davanti alla televisione. Poi per fortuna un tedesco ha preso sua moglie e mi ha portato con se insieme alle mie figlie. Abbiamo viaggiato giornate intere, fermandoci solo quando c’era l’allarme anti aereo».

Ai giornalisti, Elena ha spiegato qual è attualmente la situazione: uno scenario spaventoso, lo stesso testimoniato ogni giorno dalle immagini che vediamo nei tg: «È stato davvero terribile. Abbiamo sentito le bombe cadere vicino al nostro appartamento a Kiev. Gli alimenti per mia figlia che gravi problemi all’intestino che scarseggiavano. Ringrazio tutti quelli che si sono adoperati per farmi tornare a Palermo – aggiunge la donna –, in Ucraina la situazione è davvero tragica».

«Sono davvero in pena per quanti sono rimasti lì ad iniziare dai miei parenti. Il nostro viaggio, la nostra fuga è stata terribile. In diversi momenti abbiamo avuto paura e abbiamo avuto paura di essere uccisi. Per fortuna in tanti si sono mobilitati per riportare me ed Elisa a Palermo», conclude Elena. Ecco il video del momento dell’arrivo a Palermo.

 

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati