Heineken, colosso mondiale della birra, torna a investire in Sicilia. Alberto Cortese, direttore della produzione dell’azienda olandese, è arrivato sull’isola per fare dei test sulla produzione del Birrificio Messina.

È stato siglato un accorso col birrificio siciliano: il risultato sarà la birra Birra Messina Cristalli di sale, una nuova versione della storica birra che porta il nome della città siciliana, prodotta in occasione di un rilancio nazionale della Birra Messina.

Nel birrificio siciliano, inoltre, vengono prodotte la Doc e la Birra dello Stretto, che verranno entrambe inserite nella distribuzione della compagnia olandese (Birra Messina è un marchio della Heineken). Grande soddisfazione da parte di Mimmo Sorrenti, presidente della cooperativa fondata dai 15 ex birrai che nel 2013 hanno investito su se stessi e hanno iniziato a produrre la birra da soli, quando è terminata la loro cassa integrazione.

La birra messinese ha una tradizione molto antica. La produzione è iniziata nel 1923 e dai primi del Novecento è stata molto apprezzata. All’estero era considerata una birra di nicchia, venduta fino in Australia.

Articoli correlati