Dolore a Porticello (frazione di Santa Flavia, Palermo), per la morte della 21enne Anita Costanza D’Amato. La giovane è stata trovata morta nel suo letto dai genitori, che erano andati a svegliarla. Al momento le cause del decesso sono avvolte dal mistero: il pc di turno ha disposto l’autopsia e saranno i risultati a fare chiarezza.

Secondo le prime ricostruzioni, la giovane prima di andare a dormire aveva accusato una strana stanchezza: “Voglio riposare”, aveva detto ai familiari. Il mattino seguente i genitori sono entrati nella sua stanza, ma lei era già priva di sensi. Hanno immediatamente lanciato l’allarme. I sanitari del 118, giunti sul posto, non hanno potuto fare nulla: la morte, molto probabilmente, è sopraggiunta nel sonno.

Anita aveva studiato al liceo classico e lavorava come cameriera in un bar della zona. La sua prematura scomparsa  ha lasciato sgomenta la comunità di Santa Flavia. I funerali si sono svolti ieri, domenica 1 settembre, nella chiesa Maria Santissima di Porticello. In tanti hanno voluto darle un ultimo saluto.

Attraverso i social sono arrivati tanti messaggi di cordoglio“Queste sono le notizie che ci lasciano senza parole, che ci fanno fare un respiro a fatica, riposa in pace dolce ragazza, non ti conoscevo ma conosco da sempre la tua famiglia, i tuoi genitori sono persone perbene e adorabili”, ha scritto un utente su Facebook. “Coloro che ci hanno lasciati non sono degli assenti, sono solo degli invisibili: tengono i loro occhi pieni di gloria puntati nei nostri pieni di lacrime” si legge invece in un necrologio dedicato alla giovane.

Foto BlogSicilia