Sant’Elia è un grazioso borgo marinaro, una frazione di Santa Flavia vicinissima a Palermo. Le prime testimonianze in letteratura risalgono al 1600: da qui si apriva la pesca del tonno, insieme alla tonnara di Solanto. Affascinante sia di giorno che di notte, al chiaro di Luna offre un dolce scenario, con le barchette sul mare. Pochi elementi, ma essenziali, lo compongono.

Troviamo una rocca rocciosa, una spiaggetta e gli edifici che guardano verso l’orizzonte. La roccia che sovrasta la punta della spiaggia crea una conca lambita dal mare e protetta da alcune case, che hanno le fondamenta sulla sabbia.

Questo borgo marinaro è sovrastato da Solunto e da tutta la sua storia, ed è anche contornato dall’affascinante promontorio di Capo Zafferano. È attraversato dal mare e, sulla terraferma, c’è una piccola salita, sovrastata da una croce, che offre un panorama davvero splendido. A rendere il paesaggio ancora più suggestivo è una casetta bianca circondata dal mare, con il classico tetto a spiovente, che sembra disegnata dalla sognatrice matita di bambino. Eppure è reale e godersi questo panorama non è impossibile, anzi.

Come arrivare a Sant’Elia

Per arrivare a Sant’Elia, prendete l’uscita autostradale di Bagheria, quindi seguite le indicazioni per Porticello.

Foto in evidenza: Gaetano Di Stefano