Fa discutere il caso della 25enne Jenni Galloni, trovata morta a Bologna, in un appartamento della periferia, in cui viveva con alcuni studenti. La madre della ragazza ha pubblicato su Facebook la foto del cadavere della figlia, accompagnando lo scatto con uno sfogo rivolto a chi le avrebbe fatto del male alla giovane:

«Dopo che ho visto gente di merda…scrivere di mia figlia – scrive la madre sulla pagina Facebook aperta in memoria della figlia – io ora voglio che VOI ve la ricordiate come purtroppo questa immagine non me la leverò mai dalla mente. Ora non la potete più toccare con le vostre sporche mani con le vostre false parole con i vostri plagi……non la potete più invitare a far festa ai rave…. Non potrete più fottergli i soldi che non avevate intenzione di restituirgli mai….se n’è andata sapendo dentro di se che eravate persone di merda e di merda resterete per sempre.. Grazie del tatto che avete avuto con lei e che avete tuttora con certi post… grazie Santino se non era per persone come te forse non avrebbe trovato la pace eterna… attenzione a tutti quelli che sanno in coscienza, di aver fatto più danno che il resto nella sua vita, se ne hanno una di non scrivere mezza parola nella pagina di mia figlia!!!!!! grazie di avermela tolta veramente grazie!".

Sono ancora da chiarire le cause del decesso della giovane: la pagina Facebook è stata acquisita agli atti.