Quella delle maschere di Carnevale siciliane ritornano di anno in anno durante i festeggiamenti, rinnovando le tradizioni del territorio. In tutta la regione si celebrano tanti eventi e ognuno si caratterizza per i suoi personaggi e per le sue peculiarità.

Ciò che accomuna tutti gli appuntamenti è il clima di gioiosa festa, che coinvolge tutti i partecipanti durante le parate con i tipici carri.

Quali sono le maschere del Carnevale siciliano più famose?

Il primato spetta indubbiamente a Peppe Nappa, che proviene dalla commedia dell’arte. È beffardo, pigro e mangione ma, allo stesso tempo capace di grandi salti e danze acrobatiche, per procurarsi quel cibo di cui è ghiotto. Questa maschera è particolarmente legata al Carnevale di Sciacca (Agrigento).

A Termini Imerese (Palermo) sono invece di casa U Nannu cà Nanna. Leggenda vuole che siano stati portati da alcune famiglie napoletane, all’inizio dell’Ottocento. Sono due personaggi provenienti dalla piccola borghesia locale: lui è un vecchietto robusto, vestito con abiti damascati, lei è alta e snella. Tra le mani stringe un mazzetto di ravanelli, donati dal marito.

Le maschere tipiche del Carnevale di Acireale sono l’Abbatuzzu, i Baruni, la Cola Taddazza, la Quadaredda, i Manti e i Domino.

Carnevale di Acireale - Foto Guido Sorano

Carnevale di Acireale – Foto Guido Sorano

Spostandoci a Mezzojuso (Palermo) troviamo invece il particolare Mastro di Campo, risalente sempre all’inizio dell’Ottocente. Il personaggio, stando a quanto riportato da Giuseppe Pitrè, appariva a fine febbraio in alcuni quartieri popolari di Palermo. A Mezzojuso va in scena ogni anno una classica rappresentazione. Il Mastro prova a sconfiggere il re e conquistare la regina.

A Corleone (Palermo) la scena è tutta per i Riavulicchi. Si tratta di particolarissime figure demoniache, ricoperte di campanelli e campanacci, che si fanno spazio tra la folla e le altre maschere. Ballano, saltano e agitano le code. Pare che siano stati portati da Oddone di camerana, capo della colonia di Lombardi che ripolò Corleone nel XIII secolo.

Carnevale di Sciacca - Foto Wikipedia

Carnevale di Sciacca – Foto Wikipedia

All’elenco delle maschere di Carnevale siciliane dobbiamo aggiungere anche Zuppiddu e Dominò, tipici di Bisacquino (Palermo). Il primo è un contadino con coppola e bastone, che tiene in mano un uovo e un grillo; il secondo, invece, indossa una tunica scusa e un cappuccio in testa.

Protagonista del Carnevale di Saponara (Messina) è l’Orso. La sfilata dell’Orso e della Corte Principesca si svolge nel pomeriggio del martedì grasso ed è una tradizione di antica origine, che rievoca la cattura di un grande orso che terrorizzava il paese.

Foto Wikipedia