Quali sono le spiagge adatte al Naturismo in Sicilia? Questo movimento, assai diffuso in tutto il mondo, viene inteso e vissuto in modi differenti. Per alcuni è la ricerca di contatto armonico con la natura, per altri una filosofia di vita, per altri ancora qualcosa da provare con curiosità, almeno una volta nella vita.

Le spiagge per il Naturismo in Sicilia

Qualunque sia la ragione, è certo che in Sicilia non mancano le spiagge per i naturisti. Nell’Agrigentino troviamo una porzione di spiaggia lunga 5 chilometri, che va dalla foce del fiume Platani ad Eraclea Minoa. Ancora c’è anche la spiaggia chiamata “Funcitella“, nella riserva naturale orientata di Torre Salsa.

Spostandoci nel Trapanese, a pochi chilometri da Mazara del Vallo, c’è una delle più famose spiagge naturiste della Sicilia: si trova nella riserva naturale di Capo Feto ed è circondata da arenile selvaggio e natura incontaminata.

Tra Castelvetrano e Menfi, invece, c’è la spiaggia del Casello 41.

Cambiando zona, a Palermo il tratto di costa più gettonato in tal senso è quello della riserva di Capo Gallo, con due zone. La prima è tra il Faro e Barcarello (Punta Tara), la seconda poco più avanti dell’Avamposto.

Spostandosi verso Cefalù, si trova la invece la spiaggia delle Salinelle, all’interno della piana di Lascari.

Per quanto riguarda il Messinese, molto rinomate sono le località di Rocche Bianche, vicino Taormina e la spiaggia di Forza D’Agrò. In contrada Parrino è stata annunciata la prima oasi per naturisti della Sicilia.

Poco distante dai laghetti di Tindari ci sono invece le spiagge di San Saba e Giampilieri.

Nella riserva di Vendicari, tra Noto e Marzamemi, è molto apprezzata la spiaggia di Marianelli.

Nel Catanese troviamo la spiaggia naturista di Acireale, nei pressi del Mulino, e un’altra, più vicina alla città etnea, in località Caito, raggiungibile dopo aver attraversato l’ultimo binario della stazione.

Articoli correlati