La spiaggia di Marinello sorge ai piedi di Tindari (Messina) e rappresenta indubbiamente un luogo unico nel suo genere. È una delle spiagge più belle della Sicilia. Ci troviamo all’interno della Riserva Laghetti di Marinello, un’area lagunare con laghetti salmastri che mutano in base ai venti e alle maree.

Alzando lo sguardo si ammira il promontorio, dominato dal Santuario di Tindari e dalle sue leggende. Le pareti sono scavate da diverse grotte. Per quanto riguarda la spiaggia, invece, è un lungo litorale di sabbia, che si allunga verso Milazzo. Con lo sguardo si possono scorgere le Eolie, che appaiono vicinissime.

Nella spiaggia di Marinello ci si può rilassare, concedendosi un tuffo nell’acqua non troppo fredda. Il fondale è fatto di ghiaia e ciottoli. È il contesto perfetto per fare una passeggiata in mezzo alla natura.

Tindari è un’affascinante località della Sicilia. A renderla speciale è, anzitutto, la presenza del Santurario con la sua Madonna Nera, scolpita nel legno di cedro. L’antica città, inoltre, conserva preziosi resti.

La spiaggia di Marinello fa parte della riserva, istituita nel 1998 ed estesa su 400 ettari. Insieme ai laghi di Ganzirri, la riserva è uno dei pochi sopravvissuti esempi di ambiente salmastro costiero nella Sicilia di nord-est.

È un’area lagunare il cui territorio è sottoposto a variazioni morfologiche che, modificando la costa, hanno creato laghetti salmastri incredibili da vedere.

Foto gmrichards.t21

Articoli correlati