I biscotti con una mandorla al centro

  • La ricetta gli ‘Nzuddi, biscotti alle mandorle, gustosi e profumati.
  • Sono molto apprezzati a Messina e Catania, dove si preparano in occasioni diverse.
  • Scopriamo insieme la loro storia e il procedimento.

La Sicilia e i suoi biscotti, storia di un amore senza fine. Quando si parla di pasticceria siciliana, bisogna mettersi comodi, perché c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare. Così, andando a curiosare tra le migliori ricette dei dolci della Festa dei Morti, ci si imbatte in biscotti che sanno di mandorla, dalla consistenza unica. Stiamo parlando degli ‘Nzuddi o ‘Nzulle. Ora, prima di procedere, bisogna fare un piccolo passo indietro. Ecco perché.

Questi dolcetti si possono trovare e preparare durante tutto l’anno,ma loro ricetta è legata in particolare a due ricorrenze. A Catania, dove sono tondi, non possono mancare per la Festa dei Morti. A Messina, dove sono più squadrati, si cucinano in occasione dei festeggiamenti della Madonna delle Lettera, il 3 giugno. Dato che sono davvero buoni, potete realizzarli ogni volta che volete! Si abbinano magnificamente con vini passiti o liquorosi siciliani, per una pausa dolcissima e speciale. Ma qual è  la loro origine? Scopriamolo subito.

‘Nzulle come nascono i biscotti siciliani

L’origine catanese degli ‘Nzuddi è attestata in un convento di suore vincenziane a Catania, dal quale i biscotti dei morti traggono ancora il nome. ‘Nzuddo è a infatti l’abbreviazione del nome Vincenzo che in dialetto siciliano è “Vincinzuddu“. Solo in un secondo momento, gli ‘Nzuddi si diffusero nelle altre parti della Sicilia. Le suore li offrirono in gesto caritatevole ai messinesi rimasti sfollati dopo il terremoto del 1908, sopravvissuti perché protetti dalla Madonna della Lettera. Ecco perché a Catania gli ‘Nzuddi si mangiano nel periodo della Festa dei Morti, mentre a Messina si preparano e consumano il 3 giugno.

Ricetta degli ‘Nzuddi siciliani

Ricetta ‘Nzuddi

Ingredienti

  • 800 g di farina 00;
  • 400 g di zucchero;
  • 200 g di burro;
  • 3 uova intere;
  • 400 g di mandorle pelate;
  • 150 g di mandorle con la pellicina;
  • 1 bacca di vaniglia;
  • Scorza grattugiata di 2 arance non trattate;
  • 1\2 bustina di ammoniaca (10 g);
  • 50 g di latte;
  • 2 tuorli + 4 cucchiai di latte  per spennellare i biscotti.

Procedimento

  1. Per fare gli ‘Nzuddi siciliani, dovete anzitutto tostare le mandorle pelate e tritarle grossolanamente.
  2. Impastate tutti gli ingredienti e aggiungere l’ammoniaca sciolta nel latte.
  3. Quando il composto sarà omogeneo, aggiungete le mandorle tritate e impastate nuovamente.
  4. Lasciate riposare l’impasto in frigo per 1\2 ora.
  5. Riprendete l’impasto e stendetelo con uno spessore di 1 cm.
  6. Ritagliate i vostri biscotti, quindi metteteli su una teglia coperta di carta da forno.
  7. Mescolate 2 tuorli e 4 cucchiai di latte, quindi spennellate i biscotti.
  8. Guarnite ciascun biscotto con una mandorla intera (di quelle con la pellicina).
  9. Infornate a 180°C per 20 minuti.
  10. Fate freddare e gustate.

Buon appetito! – Ricetta e foto di Mimma Morana.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati