La pasta con la colatura di alici è un primo piatto molto particolare, semplicissimo da realizzare. Perfetta per un pranzo informale, può anche diventare una preparazione gourmet ed è sana e completa. Per realizzarla ci vuole circa mezz’ora.

La colatura di alici è una salsa di acciughe fermentate: si dice che discenda dal garum, un condimento usato addirittura dagli antichi romani. A quanto pare fu scoperta per caso, dopo il ritrovamento di una botte con delle alici in conserva, abbandonata per mesi in un angolo umido.

Anche se contiene pochi ingredienti, la sua produzione è molto laboriosa e richiede pazienza. Non è per nulla laboriosa, invece, la realizzazione della pasta con la colatura di alici. Vediamo subito come procedere!

Ingredienti

  • 400 g di spaghetti
  • colatura di alici
  • 1 limone non trattato
  • 3 fette di pane raffermo
  • finocchietto
  • olio
  • aglio
  • sale
  • pepe

Procedimento

  1. Riducete in briciole le fette di pane raffermo, quindi fatele tostare in forno ventilato a 170° per 15 minuti.
  2. Fate bollire l’acqua e cuocete gli spaghetti.
  3. In una padella, scaldate l’olio con l’aglio schiacciato.
  4. Scolate gli spaghetti al dente, quindi saltateli nella padella (ma prima togliete l’aglio) con la colatura di alici e il succo di limone.
  5. Aggiungete il pepe.
  6. Fate mantecare.
  7. Servite la pasta cospargendola con le briciole di pane tostato, la scorza del limone e il finocchietto.

Buon appetito!