La pasta incaciata di Mistretta, è una variazione sul tema della famosissima pasta  ‘ncasciata o ‘ncaciata siciliana, diffusa in tutto il Messinese. Questa pasta al forno è talmente buona da essere finita perfino in una puntata del Commissario Montalbano. Gli ingredienti sono molti e garantiscono un gusto unico.

Il nome deriva dal tipo di cottura. La pasta, al dente, si mischia in una casseruola al condimento, poi questa viene messa a cuocere con un coperchio. Nella versione originale, la si cuoce su brace. U ncaçio nel dialetto mistrettese è proprio il rivestire la casseruola con la brace.

Ricetta della Pasta Incaciata di Mistretta

Ingredienti

  • 600 g di magliette di maccheroncino;
  • 1,5 kg di pomodori maturi;
  • 200 g di tuma o caciocavallo fresco;
  • 200 g carne tritata;
  • 50 g di mortadella o salame;
  • 2 uova sode;
  • 4 melanzane;
  • 100 g di pecorino grattugiato;
  • 2 spicchi d’aglio;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco;
  • basilico;
  • olio;
  • sale e pepe.

Procedimento

  1. Preparate una salsa con pomodoro, aglio, basilico.
  2. Tagliate le melanzane e mettetele in acqua e sale per circa un’ora.
  3. Asciugate bene e friggete, quindi mettete su carta assorbente, affinché perdano l’unto in eccesso.
  4. In un tegame, fate soffriggere la carne tritata, sfumate col vino e aggiungete qualche cucchiaio di salsa di pomodoro.
  5. Lessate la pasta, scolatela al dente e mettetela in una zuppiera.
  6. Conditela con la salsa di pomodoro.
  7. Ungete una teglia e ricopritela di pangrattato.
  8. Versate la pasta, alternandola a strati con la carne, le melanzane fritte, il formaggio, il basilico, le uova e il salame.
  9. Chiudete l’ultimo strato con salsa, formaggio e pangrattato.
  10. Passate al forno caldo per circa 20 minuti.
  11. Sfornate e servite.

Buon appetito!