Vanity Fair sceglie i suoi 5 primi piatti siciliani preferiti.

  • Impossibile resistere al gusto della cucina siciliana.
  • La celebre testata torna a celebrare la Sicilia, e lo fa attraverso alcune ricette della tradizione.
  • Dalle melanzane alle fave, ecco cosa ha scelto.

“É una tradizione culinaria grande e grandiosa, quella siciliana, che conquista con l’arte pasticceria – il cannolo, la cassata, il buccellato e la granita con brioche fra i suoi cavalli di battaglia – ma che ha tanto da dire e da dare anche nei salati, dagli arancini ai secondi di pesce passando per i primi a base di pasta”. Con una introduzione così, il proseguimento non può che essere eccezionale. E lo è, effettivamente, perché si parla di 5 deliziosi primi piatti siciliani. Vanity Fair in più occasioni ha fatto tappa in Sicilia, per parlare di turismo da vedere e di ricette da gustare. Stavolta, la grande protagonista è la pasta: “5 piatti facili e squisitissimi”, per rendere omaggio all’isola. Melanzane, pomodori, ricotta salata e olive – ma non solo. Ecco i protagonisti di un nuovo viaggio nel gusto. Scopriamo dunque, insieme, di quali piatti si tratta.

  1. Si comincia dagli anelletti al forno, la “pasta della domenica”. Il classico formato di pasta viene condito con il ragù e altri ingredienti che possono cambiare da una città della Sicilia all’altra.
  2. Non poteva mancare la Pasta alla Norma, un trionfo di melanzane, pomodoro e ricotta salata.
  3. Ancora, si prosegue con la Pasta con la mollica “atturrata”, insaporita con il pane abbrustolito in padella.
  4. C’è tempo anche per gustare la Pasta alla Eoliana, con olive e pomodori secchi.
  5. In ultimo arriva la Pasta con le fave: non il tradizionale macco, bensì proprio una pasta condita con le fave e il porro.

Articoli correlati