Primosale fritto: una ricetta tanto facile, quanto gustosa. Si tratta di uno sfizioso antipasto, semplice da preparare, perfetto per quelle occasioni in cui vogliamo qualcosa di buono e goloso. L’esterno, grazie alla panatura, è croccante, mentre l’interno racchiude un cuore consistente, ma anche tenero: è la tipica consistenza del primosale a fare la differenza. Con il nome primosale si indica un determinato grado stagionatura del formaggio pecorino, che va da 1 a 4 mesi. Quando si parla di formaggio fritto è difficile sbagliare. Si tratta di una preparazione che è possibile realizzare in tanti modi, che non delude mai. Perfetta per grandi e piccini, è in grado di conquistare i commensali al primo morso. Potete anche accompagnarla con una salsa di vostro gradimento, ma vi garantiamo che è deliziosa così!

Come fare il primosale fritto

Ingredienti

  • 650 g di primosale
  • 150 g di farina 00
  • 150 g di pangrattato
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di sale
  • olio di semi per la frittura

Procedimento

  1. Per fare il primosale fritto, dovete anzitutto tagliare il formaggio. A seconda della forma che avete a disposizione, potete optare per cubetti o rettangolini.
  2. In una ciotola, sbattete le uova.
  3. In un’altra ciotola, versate il pangrattato e conditelo con un pizzico di sale.
  4. Mettete la farina in una terza ciotola.
  5. È il momento della panatura.
  6. Passate il primosale prima nella farina, poi nell’uovo.
  7. In ultimo, passatelo nel pangrattato, coprendolo bene.
  8. Mettete il formaggio panato su un vassoio.
  9. Fate scaldare l’olio, quindi immergete pochi pezzi per volta, in modo da non abbassare troppo la temperatura.
  10. Fate dorare bene, quindi scolate e mettete su carta assorbente.

Buon appetito!

Articoli correlati