Cosa vuol dire Ci vonnu l’agghi pì vicini?

  • Mettetevi comodi, perché il proverbio siciliano di oggi vi farà divertire.
  • Torniamo a occuparci del folklore della Sicilia, attraverso un detto molto particolare.
  • Ancora una volta la tradizione siciliana ci apre un mondo davvero affascinante.

Non c’è niente di meglio di un bel proverbio siciliano per svagarsi un po’. I modi di dire della nostra bellissima isola sanno essere molto seri e profondi, ma anche scanzonati. In alcune circostante, strappano una risata, una di quelle che scaturiscono da constatazioni sincere. Prendete, ad esempio, il detto di cui vi vogliamo parlare: magari è la prima volta che lo sentite, ma non si può non essere d’accordo con ciò che afferma. I proverbi sono un modo per conoscere la Sicilia da un punto di vista particolare. Da una parte all’altra della regione si trovano infinite varianti, ma non cambia la loro sostanza. Sono sempre una fonte di consigli, adatti a ogni aspetto della vita. Il proverbio di oggi riguarda un argomento che, per tanti, sa essere decisamente spinoso: i rapporti di vicinato. Quante volte avete avuto problemi con i vostri vicini? Magari è stato un piccolo battibecco, però è sempre una camurrìa (cioè una seccatura – traduciamo per chi non mastica il siciliano). I vicini di casa, a volte, sono un po’ troppo curiosi e si impicciano: ebbene, c’è un proverbio siciliano dedicato ai vicini che proprio non ci vanno giù: scopriamolo!

Ci voli l’agghia pì li vicini

Per capire bene il proverbio siciliano di oggi, bisogna partire dalla traduzione: “Ci vuole l’aglio per i vicini”. Detto così, potrebbe suonare incomprensibile, ma basta approfondirlo un po’ per avere le idee più chiare. Quando i vicini sono un po’ troppo curiosi o fastidiosi, bisogna tenerli alla larga con l’aglio. Perché proprio l’aglio? Perché secondo le credenze popolari, l’aglio avrebbe tanti poteri, tra cui quello di allontanare il malocchio. Esiste, in alcune località, l’usanza di tenere appese alla porta le trecce d’aglio, proprio per proteggere dai poteri oscuri (e magari dai vicini camurrusi). La prossima volta che vi troverete ad avere a che fare con un dirimpettaio un po’ fastidioso, ricordate: Ci vonnu l’agghi pì vicini (Ci voli l’agghia ppi li vicini).

Articoli correlati