Dopo due lunghi anni di chiusura, riaprono al pubblico le Catacombe dei Cappuccini di Palermo. Un luogo decisamente suggestivo, una tappa da non perdere nel capoluogo siciliano. Viene così restituito al pubblico il sito che ospita 1800 mummie, tra cui anche quella della piccola Rosalia Lombardo, celebre in tutto il mondo.

Riaprono le Catacombe dei Cappuccini di Palermo

«Data memorabile il 22 giugno 2022 – commenta frate Domenico Spatola sul sito dei Cappuccini di Palermo -. Finalmente riaprono le Catacombe dei Cappuccini. Quasi due lunghi anni di chiusura anche per il Covid 19. Lavori di manutenzione hanno richiesto un grande sacrificio ai frati e ai turisti delusi».

«La gestione – aggiunge il religioso – è dei Frati, ma con criteri più moderni per le visite e la manutenzione. Le Catacombe assurgono a Palermo a forte attrazione per la sacralità del luogo, e la storia che da cinquecento anni racconta di presenze religiose di alta spiritualità. Si tratta di un sacrario, dove ottomila cadaveri di frati e non, sono a testimoniare di un passato non polverizzato dal tempo».

«È possibile contemplare i segni di “sorella morte”, non a paura ma con la compassione di chi vede persone che da lontano annunciano un verbo qualificante chi ne interiorizza il messaggio: “fummo come te!”», conclude.

La chiusura, quindi, si è resa necessaria in parte per le restrizioni legate al lockdown e al Covid, ma anche per la messa in sicurezza del sito, che accoglie quotidianamente tantissimi turisti. Ci sono subito stati i primi visitatori. In particolare, sono stati sistemati i problemi delle infiltrazioni d’acqua e del distacco di intonaco dalle pareti.

Sono stati anche messi a norma l’impianto antincendio e le uscite di sicurezza. Secondo quanto si legge su Repubblica Palermo, l’accesso sarà contingentato e consentito a un massimo di 120 persone alla volta, con la presenza di addetti alla sicurezza e alla vigilanza.

Interventi previsti anche per l’area dedicata alle mummie dei bambini, tra le più delicate della struttura. Qui si trova la mummia della piccola Rosalia Lombardo, vero simbolo delle Catacombe dei Cappuccini di Palermo.

È morta nel 1920, all’età di due anni, ed è ancora intatta, grazie al metodo di imbalsamazione di Alfredo Salafia. Dal 2011 è custodita in una vetrina che utilizza le più moderne tecnologie. Le catacombe sono aperte al pubblico da lunedì a domenica, dalle 9 alle 12,30 e dalle 15 alle 17,30. Il biglietto di ingresso ha un costo di 3 euro.

Foto di Gmihail at Serbian Wikipedia – Own work, CC BY-SA 3.0 rs.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati