Adoro il pesce, cucinato in qualsiasi modo… l'importante che la cottura esalti il naturale profumo e, il pesce del Mediterraneo è profumatissimo. 
Ho provato questo piatto durante una delle tante vacanze alle Eolie e, piu' precisamente a Lipari.
Naturalmente si può utilizzare qualsiasi tipo di pesce, anche azzurro, intero o a filetti. 

Io ho trovato al mercato di Ballarò queste splendide aricciole, freschissime e luccicanti.
La cottura è in forno e il pesce viene adagiato su un letto di patate, tagliate sottilissime, a mano o con la mandolina o con un robot e condite con olio, pomodorini di Pachino, prezzemolo, sale, peperoncino e, naturalmente CAPPERI SALATI!!!
Per gli Eoliani e per gli abitanti della provincia di Messina, i capperi salati sono come, per i palermitani, la Passolina e Pinoli…. li mettono dappertutto…. e hanno ragione!!!! perchè conferiscono, a qualsiasi pietanza, un profumo e un gusto inconfondibile. 

 
Ingredienti per 2 persone:
 
– 2 aricciole da 400 gr. ciascuna
– 3 patate grosse
– 10 pomodorini di Pachino
– 4 cucchiai di prezzemolo fresco tritato
– 1 spicchio d'aglio tritato finemente
– 1\2 cucchiaino di peperoncino macinato (facoltativo) 
– 2 cucchiai di capperi salati sciacquati  
– 1 cucchiaino di origano secco  
– 1 limone
– 4 foglie di salvia
– olio extravergine d'oliva 
 
Procedimento:

– eviscerare e lavare bene il pesce, lasciarlo gocciolare
– pelare le patate e tagliarle a fettine sottilissime
– spezzettare i pomodorini e privarli dei semi
– mescolare in una ciotola le patate, i pomodorini a pezzetti, l'aglio tritato finissimo, i capperi dissalati, il prezzemolo, il peperoncino, il sale e abbondante olio d'oliva
– mettere le patate condite in una pirofila
– salare l'interno della pancia dei pesci
– imbottire con una fettina di limone, una foglia di salvia e prezzemolo tritato
– praticare delle incisioni sul dorso del pesce
– adagiare i pesci sul letto di patate
– dare un altro giro d'olio
– coprire con carta stagnola e cuoce nel Fornetto Estense, per 20 minuti , a fiamma alta
– trascorso questo tempo, controllare il pesce, togliere la stagnola e fare cuocere per altri 5 minuti con i fori aperti.
– servire caldo
 

 

 

 

 

 

 

 
 

 

 

 

Le ricette di Mimma su: