Panfocaccia: una deliziosa via di mezzo tra la focaccia e il pane. La ricetta del pan focaccia unisce la morbidezza della focaccia al profumo del pane appena sfornato, con una crosta dorata e croccante, da assaporare un boccone dopo l’altro. Questa preparazione è un lievitato che racchiude il meglio delle due ricette. Gustarla appena sfornata è un vero e proprio piacere per il palato. Buonissima da sola, diventa golosissima se accompagnata da salumi e formaggi ma, perché no, anche da creme dolci. Il panfocaccia è ottimo per un aperitivo a buffet, ma anche come antipasto. Rende il massimo anche quando viene servito a merenda o per uno spuntino al volo, che non vuole rinunciare al gusto.

Ricetta del Panfocaccia

Ingredienti

  • 250 g di farina manitoba
  • 250 g di farina 00
  • 320 g di acqua
  • 30 g di olio extravergine d’oliva
  • 10 g di sale
  • 7 g di lievito di birra disidratato
  • 1 cucchiaino di miele
  • olio q.b. per la lavorazione

Procedimento

  1. Per fare il panfocaccia, bisogna anzitutto mettere le farine e il lievito di birra nella planetaria munita di gancio.
  2. Sciogliete il sale nell’acqua, azionate la planetaria, e aggiungete l’acqua a filo, fino a creare un impasto omogeneo.
  3. Continuando a impastare, unite il miele e l’olio.
  4. Qualora non avete la planetaria, potete tranquillamente impastare tutto a mano.
  5. A questo punto, mettete l’impasto sul piano di lavoro, che avrete unto, e lavoratelo per ottenere una palla.
  6. Coprite con una ciotola rovesciata e fate riposare per 15-20 minuti.
  7. Trascorso il tempo indicato, praticate alcune pieghe nell’impasto.
  8. Schiacciate l’impasto, prendete i lembi di sopra e di sotto e portateli verso il centro.
  9. Fate la stessa cosa con i lembi di sinistra e di destra, facendoli sovrapporre.
  10. Girate l’impasto, mantenendo le pieghe verso il basso.
  11. Fate riposare l’impasto per altri 15-20 minuti, deve sempre essere coperto dalla ciotola.
  12. Ripetete le pieghe e formate una palla.
  13. Mettete l’impasto in una ciotola unta e coperta con la pellicola: deve lievitare per almeno due ore.
  14. Passate l’impasto sul piano di lavoro leggermente unto, appiattitelo un po’ e arrotolatelo, fino a creare un filoncino.
  15. Portate le estremità verso l’interno, poi giratelo, mantenendo le pieghe sotto di esso.
  16. Mettete il filoncino su una placca foderata con carta forno, ungete la superficie di olio e fatelo lievitare per un’ora nel
  17. forno spento.
  18. A questo punto, create dei buchi sulla superficie.
  19. Aspettate mezz’ora, poi cuocetelo in forno statico preriscaldato a 200° per circa 30 minuti.
  20. Mettete una ciotolina con acqua sul fondo del forno.
  21. Sfornate, fate intiepidire e gustate.

Buon appetito!

Articoli correlati