Mafalde Siciliane con il Bimby, vi siete mai lanciati nell’impresa? Con il noto robot da cucina si può fare davvero di tutto, incluso il buonissimo pane siciliano. La mafalda ha origine nell’area del Palermitano, è morbida e ha una crosta croccante.

È uno dei prodotti più venduti, che si realizza ancora oggi seguendo i metodi più classici. Vediamo insieme come fare le mafalde siciliane con il Bimby: un suggerimento utile per tutti i cuochi e le cuoche che vogliono sperimentare un classico della cucina siciliana con un piccolo aiuto!

Ingredienti

  • 150 g di farina
  • 15 g di lievito di birra fresco
  • 330 g di acqua
  • 450 g di semola di grano duro
  • 13 g di sale
  • 1 cucchiaio di miele di acacia
  • semi di sesamo

Procedimento

  1. Mettete nel boccale la farina, 80 g di acqua e 5 g di lievito di birra.
  2. Impastate per 3 minuti Vel Spiga.
  3. Trasferite l’impasto in una ciotola coperta con la pellicola trasparente e fate lievitare per 2 ore.
  4. Mettete nel boccale la semola, 250 g di acqua, 10 g di lievito di birra, il miele e il lievitino per 4 minuti a Vel Spiga.
  5. Unite 13 grammi di sale.
  6. Impastate per altri 2 minuti a Vel Spiga.
  7. Spostate l’impasto su un piano di lavoro, copritelo con un telo e fate lievitare per 30 minuti.
  8. Dividete l’impasto in 4 pezzi, formate dei panetti e fate lievitare per 30 minuti.
  9. Schiacciate un panetto con le dita e stendete l’impasto fino a ottenere una sfoglia di mezzo centimetro di spessore.
  10. Arrotolate la sfoglia, formando un salsicciotto lungo almeno 49 centimetri.
  11. Disponete l’impasto a serpentina e sovrapponete la parte finale.
  12. Ripetete l’operazione per tutti i panetti.
  13. Mettete le mafalfe su una teglia coperta di carta da forno, mantenendo una giusta distanza.
  14. Spennellate con acqua, coprite con semi di sesamo e fate lievitare per un’ora.
  15. Cuocete in forno a 200°C per 30 minuti.

Buon appetito!

Foto di Luca Cisca