La Muffuletta è uno dei pani più antichi nati nella culla della civiltà del grano. Si tratta di una pagnottella rotonda tipicamente siciliana, un po’ appiattita, dalla consistenza robusta e spugnosa. Si differenzia da altri tipi di impasti, come ad esempio quello della focaccia, perché ha una consistenza più leggera e croccante. Può avere sulla superficie dei semi di sesamo. La sua storia è così antica da portarci indietro a prima dell’Impero Romano, quando i maestri del pane siciliani forgiavano i propri impasti mescolando le loro ricette a quelle di origine ellenica e mediorientale. La Muffuletta, chiamata anche Muffoletta o Muffuletto, è legata a diverse tradizioni siciliane. È diventata il pane tipico di alcune festività, come la Festa dei Morti, e accompagna le celebrazioni locali. Come abbiamo anticipato, la sua storia è molto antica.

Storia della Muffuletta

Si trovano tracce di una focaccia tonda e molle, di consistenza spugnosa, spesso ricoperta di semi di sesamo ad esaltare il sapore dei cereali, nei testi del XVI secolo dei monaci dell’Agrigentino. A Canicattì la Muffuletta veniva consumata con ricche farciture nel giorno dell’Immacolata, terminato il digiuno. A Palermo invece, era ed è ancora usanza farcirla con ricotta, acciughe e olio d’oliva nuovo e consumarla a colazione il mattino del 2 novembre. Di base, può essere farcita come si vuole ma, quando si consuma in relazione a determinate festività, si scelgono condimenti ben precisi: dal pomodoro fresco alla ricotta, dal semplice olio ai formaggi e così via. Queste tradizioni sopravvivono ancora oggi in Sicilia.

L’importanza della Muffuletta le ha consentito di diventare famosa anche oltreoceano. Come è avvenuto per tutti gli immigrati italiani che tra l’Ottocento e l’inizio del Novecento sono sbarcati ad Ellis Island (New York) per abbracciare una nuova cittadinanza, anche il suo nome è stato americanizzato. Così è nato il Muffuletta’s Sandwich. Questo pane siciliano è molto noto e apprezzato a New Orleans. Qui, nel 1906,  al n.923 di Decatur Street, un immigrato di origini siciliane, Salvatore Lupo, aprì il Central Grocery e mise in commercio la sua personale versione della focaccia farcita. La sua ricetta resiste da oltre cent’anni. È nata per sfamare gli operai italiani del porto di New Orleans, grazie ad una generosa farcitura con prosciutti francesi, mortadella bolognese, salumi piccanti creoli, cipollette agrodolci, formaggi tedeschi e olive italiane. Il signor Lupo, partito dalla Sicilia, ha consegnato alla storia The original Muffuletta sandwich, il panino più saporito del mondo.

Articoli correlati