Ritrovata Giusy Pepi. Importante svolta sulla vicenda della 39enne di Vittoria, in provincia di Ragusa. Era scomparsa da casa dal 15 ottobre.

Gli investigatori della questura del capoluogo hanno ricevuto una segnalazione della squadra mobile di Ragusa e hanno effettuato alcuni appostamenti che hanno permesso di ritrovare la donna. Era seduta su una panchina, insieme a due uomini. Alcuni testimoni avevano detto di averla vista ed effettivamente quelle segnalazioni si sono rivelate veritiere.

Giusy Pepi è stata visitata dai medici della polizia, che l’hanno trovata in buona salute. La persona che ha fatto la segnalazione ha spiegato: «Era pulita e ordinata, aveva anche i capelli in ordine non ho pensato che fosse in disagio, ma ho subito chiamato per segnalare».

Il marito di Giusy, Davide Avola, ha più volte lanciato appelli in televisione, ma qualche testimone ha sostenuto che la donna si fosse allontanata da casa per sottrarsi a vessazioni e violenze. L’uomo ha più volte respinto ogni accusa.

Quando la moglie è stata ritrovata, ha detto: «L’importante è che stia bene. I miei figli è giusto che la rivedano. Quanto a me sono state state dette molte menzogne. La colpa è di chi si è approfittato di lei. Mi moglie ha un carattere debole ed una personalità volubile a causa di gravi problemi di cui ha sofferto in passato. Si è fidata di persone sbagliate che l’ hanno malconsigliata e le hanno fatto riprendere strade sbagliate che l’ avevano rovinata e fatta precipitare nel baratro».

Adesso le indagini dovranno chiarire i contorni della vicenda, a cominciare proprio dal rapporto tra i due coniugi. Nel frattempo, sono stati attivati dalle forze dell’ordine tutti i protocolli necessari.