Rotta di Enea: il mitico viaggio dell’eroe in fuga da Troia attraverso il Mediterraneo è ufficialmente il 45esimo Itinerario Culturale Europeo. Il percorso attraversa 5 paesi mediterranei (Turchia, Grecia, Albania, Tunisia e Italia) e, in Italia, passa da Puglia, Sicilia, Calabria, Campania e Lazio.

Il viaggio di Enea da Troia a Roma

Un mitico itinerario che ripercorre le tappe di Enea, l’eroe in fuga da Troia in fiamme. Un viaggio attraverso il Mediterraneo che racconta luoghi, storie e mito. Tutto questo è la Rotta di Enea.

Si tratta del 45esimo itinerario certificato (il primo è stato il Cammino di Santiago nel 1987): un invito alla scoperta di un patrimonio costituito da testimonianze archeologiche, religiose, artistiche e da siti di valore naturalistico. La certificazione del Consiglio d’Europa è rilasciata a reti che promuovono la cultura, la storia e la memoria europee condivise.

A promuoverlo, nel 2018, è stata l’omonima associazione, in collaborazione con il Comune di Edremit (Turchia), la fondazione Lavinium (Italia) e numerosi enti e istituzioni a livello internazionale. Il viaggio turistico, archeologico e marittimo parte dalla Turchia e arriva in Europa. La mappa del percorso è l’Eneide di Virgilio. Sono 21 le tappe principali.

L’itinerario della Rotta di Enea

Si parte da Troia, per arrivare a Roma, lungo 5 Paesi: Turchia, Grecia, Albania, Tunisia e Italia. Il percorso si snoda intorno a 21 tappe principali, che toccano ben 6 Siti Unesco (Troia, Delo, Butrinto, Monte Etna, Cartagine, Parco del Cilento e Vallo di Diano), ma non solo.

Dunque si toccano anche 3 Parchi nazionali: Monte Ida (Turchia), Parco Nazionale di Butrinto (Albania) e Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano (Italia). L’arrivo, infine, è nell’area metropolitana di Roma. La “Città Eterna” è simbolo della comunanza mediterranea e dell’Unione Europea, a partire dai Trattati di Roma del 1956. In Italia il percorso tocca 5 regioni: Puglia, Sicilia, Calabria, Campania e Lazio.

I principali siti che costituiscono l’itinerario turistico-archeologico-culturale di Enea sono:

  • Troia,
  • Antandros e il Parco Nazionale del Monte Ida;
  • Ainos-Enez (Turchia);
  • Delos, Creta e Lefkada (Grecia);
  • Butrinto (Albania);
  • Castro (Puglia);
  • Crotone-Hera Lacinia (Calabria);
  • Etna (Scogli dei Ciclopi), Trapani-Erice-Segesta (Sicilia);
  • Cartagine (Tunisia);
  • Palinuro e Cuma-Pozzuoli, (Campania);
  • Gaeta e Lavinium (Lazio);
  • Roma, dove Enea incontra Evandro, il re del villaggio sul Palatino.
L'itinerario della Rotta di Enea

L’itinerario della Rotta di Enea

La Rotta di Enea coinvolge il Mediterraneo centro-orientale, tutte le Regioni del Mezzogiorno continentale e la Sicilia. É un progetto per il rilancio della cultura e dell’economia del mare. Una strategia complessiva per la valorizzazione di tutta la costa dell’Italia meridionale, dei suoi patrimoni archeologici e paesaggistici e delle sue produzioni di qualità. Foto: gnuckx – Di dominio pubblico.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati