Sagre in Sicilia, un calendario che non si ferma mai. Terminati gli appuntamenti della Pasqua, è la volta di eventi e appuntamenti dedicati al gusto. Oggi abbiamo deciso di suggerirvi alcune Sagre che esaltano i sapori del territorio e della cucina siciliana. Un percorso di scoperta e di approfondimento, per conoscere la Sicilia e le sue specialità.

Carciofi, street food e formaggi

Iniziamo da uno degli appuntamenti più famosi: la Sagra del Carciofo di Cerda. Il 24 e il 25 aprile il centro del Palermitano celebra il suo prodotto con degustazioni, showcooking e intrattenimento. La festa vera e propria comincia alle 9,30 di giovedì 25 aprile e, a partire dalle 12, si potranno assaggiare tante specialità.

Se siete amanti dei formaggi siciliani, le prossime giornate vi offrono molte alternative. A Castel di Iudica (Catania), c’è la Sagra del Pecorino Pepato. Nelle giornate del 25, 26, 27 e 28 aprile è protagonista il prodotto tipico, preparato secondo le tecniche tradizionali. È la perfetta occasione per trascorrere giornate all’aria aperta, alla scoperta della Sicilia.

Dal 25 al 28 aprile ritorna l’appuntamento con Street Food di Primavera a Santa Teresa di Riva (Messina). Si potranno degustare, ad esempio, il panino con la porchetta di Suino Nero dei Nebrodi dell’agriturismo “Il vecchio Carro”, la pizza fritta di Ento Piedimonte del “Ritrovo La Scala”, la pasta alla Norma degli “Chef con la coppola” e il pane cunzato de “Il Sambuco”.

La ricotta, invece, sarà protagonista in ben due località. La Sagra della Ricotta di Vizzini (Catania) si tiene nelle giornate del 24 e 25 aprile. La ricotta è il prodotto cardine dell’economia di Vizzini: è conosciuta e apprezzata in tutta la Sicilia, ma anche in Italia. A renderla speciale è la tradizione contadina locale che, nel corso degli anni, si è specializzata nel settore dell’allevamento da latte e nella produzione di ogni tipo di formaggio.

Per assistere alla Mescita della Ricotta a Maniace (Catania), invece, bisognerà invece aspettare fino al 27 aprile. Nelle giornate del 27, 28, 30 aprile e 1 maggio, sarà possibile scoprire un prodotto tipico del territorio. La terra dell’alto Simeto, che si incastona negli ultimi declivi dei monti Nebrodi e lambisce le colate laviche dell’Etna, è ricca e generosa.

Asparagi, pasta al forno e deliziose fragole

A Mirabella Imbaccari (Catania), si tiene invece la Sagra dell’Asparago. Dal 25 al 27 aprile saranno protagonisti gusto della tradizione e bellezze naturali, oltre che storiche e gastronomiche. Ci saranno degustazioni, convegni e visite guidate alla scoperta del territorio.

Cambiamo provincia e preparazione e facciamo tappa a Campobello di Licata. Qui si tiene la Sagra ‘Mpurnatu e ‘Mpanata, in programma dal 26 al 28 aprile. Si potranno degustare le due specialità, ma anche tanti prodotti tipici locali, perché parteciperanno tanti espositori. La prima è una tradizionale pasta al forno, la seconda il pane con gli spinaci cotti e messi al forno.

Dulcis in fundo – è proprio il caso di dirlo – arriva la Festa della Fragola, che si tiene a Siracusa. La deliziosa fragola di Cassibile sarà la protagonista indiscussa di quattro giornate: 27, 28 e 30 aprile e 1 maggio. Il frutto rosso incontra divertimento, musica, sport, spettacolo, folklore, artigianato e sapori, all’Ippodromo del Mediterraneo. Ci sarà una maxi-torta da 600 chili.