Il Santuario della Madonna dei Miracoli di Mussomeli era un tempo una chiesa dedicata a San Domenico. A rendere questo luogo affascinante è una leggenda cui è indissolubilmente legato. Un antico manoscritto, ritrovato nel convento di San Domenico, racconta cosa è successo.

L’8 settembre del 1530 un povero paralitico che procedeva a dorso di mulo si fermò all’ombra di un albero per riposare. Risvegliandosi, si rese conto di poter camminare, quindi gridò subito al miracolo. La gente, accorsa numerosa sul posto, trovò tra i rovi l’immagine della Madonna con Bambino e fu così che la chiesa prese in nome di Madonna dei Miracoli.

La costruzione è in stile barocco ed è opera dei padri dominicani. Risale alla metà del Settecento. Al suo interno c’è una Madonna con bambino, dipinta su pietra e restaurata dal pittore Domenico Provenzani di Palma di Montechiaro. Sempre di Provenzani sono un grande affresco sulla volta, datata 1792, due pale d’altare e, in sagrestia, il ritratto del domenicano padre Biondolillo.

Nel Santuario della Madonna dei Miracoli ci sono alcune statue in legno risalenti all’Ottocento e realizzate dal maestro Francesco Bignardi. Ancora, vi si trova una Madonna del Rosario.

Foto Wikipedia