Le proprietà benefiche del gelso nero.

I gelsi sono frutti straordinari. Originari del Medio Oriente, hanno trovato una eccellente casa in Sicilia, dove vengono coltivati e consumati da tempo immemore. Le varietà più conosciute sono quella bianca e quella nera: la prima ha un sapore dolce, ma poco incisivo, mentre la seconda è piacevole, persistente e rinfrescante, in equilibrio tra dolce e acidulo. Quest’ultimo è famoso per diventare un’ottima granita, delizioso piacere dell’estate siciliana. Se tutti conoscono la bontà dei gelsi, meno note sono le loro proprietà dietetiche e curative. Pur apportando poche calorie, infatti, sono ricchi di ferro, potassio, magnesio e vitamine. La loro ricchezza maggiore sono i polifenoli e i flavonoidi, conosciuti per le loro capacità antiossidanti. Oggi vogliamo darvi una ricetta per ottenere il massimo da queste proprietà: lo sciroppo di gelsi.

Le more di gelso già nell’antichità erano considerate veri e propri frutti-medicina per proprietà curative di tipo diuretico, lassativo, per le affezioni del cavo orale, delle vie respiratorie e come antianemico e ipoglicemizzante. L’albero di gelso, inolrte, era già conosciuto dai Greci, per i quali era una pianta consacrata al dio Pan e simboleggiava intelligenza e passione.

Come fare lo sciroppo di gelsi

Questi frutti sono molto delicati, si schiacciano facilmente, e sono anche facilmente deperibili. Per poterne prolungare un po’ di più la durata e anche per poter consumare anche quelli molto maturi, si può preparare un delizioso sciroppo. Con lo sciroppo si possono guarnire torte, macedonie e gelati, ma si può anche preparare un’ottima bibita rinfrescante. Per fare lo sciroppo di gelsi avete bisogno di 1 kg di gelsi neri, di una quantità di zucchero pari al peso del succo e di scorza di limone. Scegliete limoni non trattati. Qualora voleste, potreste anche ridurre lo zucchero, sulla base del vostro gusto. Ecco il procedimento.

Lavate i gelsi sotto l’acqua corrente, quindi tamponateli delicatamente con un canovaccio pulito e fateli asciugare all’aria per qualche ora. Metteteli in una ciotola, schiacciateli prima con un forchetta e poi frullateli con il mixer o con un passaverdure. Un tempo questa operazione si faceva con il setaccio. Filtrate il composto ottenuto, estraendo più succo possibile. Pesate il liquido, quindi mettetelo in una pentola insieme allo zucchero e la scorza di limone. Portate a ebollizione e fate cuocere a fiamma bassa, mescolando per un quarto d’ora circa. Fate freddare, togliete la scorza e versate in bottiglie o barattoli a chiusura ermetica, che avrete già sterilizzato. Lo sciroppo di gelsi è pronto. Foto: Eric Schmuttenmaer – CC Attribution-Share Alike 2.0 Generic.

Articoli correlati