Granita a colazione, must dell’estate siciliana.

Ognuno ha un suo modo per cominciare la giornata ma, in Sicilia, durante l’estate, la colazione per eccellenza è con granita e brioscia. Sì, brioscia, cioè quella brioche con il tuppo, soffice e profumata. Se preferite, potete anche sostituirla con un panino, rigorosamente con i semi di sesamo sopra, la giuggiulena croccante. A qualcuno potrà sembrare un modo singolare di sostituire caffè e cornetto, ma vi garantiamo che non c’è niente di meglio. Più che una colazione, in realtà, è un vero e proprio rituale che si tramanda da una generazione all’altra, senza perdere neanche un briciolo del suo smalto. Un matrimonio del gusto perfettamente riuscito, che sa incontrare praticamente ogni palato: ecco perché.

Colazione con granita e brioscia siciliana

Partiamo subito da un presupposto: ogni provincia siciliana ha un suo stile di granita. Quella Messinese è meravigliosamente cremosa, con una consistenza che non si può descrivere: bisogna provarla. Nel Siracusano si gusta una straordinaria granita di mandorla, mentre spostandosi nella Sicilia occidentale, si sente maggiormente la parte ghiacciata. Si fa presto a chiamarla semplicemente granita: la verità è che si parla di un mondo intero. Tutto affonda le radici nel passato, nella storia delle neviere, antenate dei moderni frigoriferi. Lì si conservava la neve che sarebbe diventata un fresco dolce per l’estate. Con gli Arabi si conobbe lo “sherbet”, una bevanda ghiacciata e aromatizzata con succhi di frutta. Nel corso del XVI secolo, poi, la ricetta venne perfezionata, usando la neve mista a sale marino, come refrigerante, dentro un apposito “pozzetto”. E il resto è storia, cioè granita e brioscia. Scopriamo altro su questa colazione siciliana doc.

La granita si prepara con acqua, zucchero e frutta (o cacao, caffè o frutta secca). Si crea un composto che si fa ghiacciare lentamente, ma mai completamente, e va mescolato continuamente. Così si ottiene una consistenza granulosa e cremosa. Il tutto si accompagna con la brioscia, una sorta di “panino dolce” sofficissimo, fatto di pasta lievitata, con il tuppo in cima. C’è anche chi opta per un panino fresco e croccante. Squadra che vince non si cambia: granita e brioscia è più che perfetta, quindi non resta che continuare a gustarla, scegliendo tra gli infiniti gusti della tradizione siciliana. Foto: Giuseppe Benigno.

Articoli correlati