Diverse scosse di terremoto in poche ore nell’Agrigentino. L’Istituto Geofisico di Vulcanologia di Menfi ha registrato otto scosse, tra ieri sera e questa mattina, a pochi chilometri dal centro abitato. Lo sciame sismico ha avuto una magnitudo variabile tra 1.4 e 2.4 della Scala Richter.

Nell’arco di dodici ore la terra ha tremato diverse volte, in quella Valle del Belice che non ha ancora certamente dimenticato la tragedia del terremoto devastante del 1968. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato la prima scossa ieri sera alle 20,57, con epicentro 6 km a est del territorio comunale di Menfi. Ha avuto magnitudo 2.4.

Un nuovo evento si è verificato alle 21,03 (intensità 1.4) e poi ancora alle 21,43 (2.2), alle 23,35 (2.1), alle 23,44 (1.3), alle 4,55 (2.0), alle 7,55 (1.2). L’ultima scossa alle 8,49 di stamattina (con magnitudo 2.3). Lo sciame sismico che è stato avvertito anche nei comuni vicini. A Menfi diverse persone sono scese in strada, soprattutto dopo la prima scossa. Non si sono registrati danni a persone o cose, per fortuna.

Nei giorni scorsi, tra il 15 e il 16 luglio, sempre a Menfi, erano state registrate altre due scosse, entrambe di magnitudo 2.5 La Protezione civile di Menfi è già stata allertata.